Epidemiologi: “Età media degli infetti 50 anni; tre guariti ora in isolamento”

La vicedirettrice dell’Istituto di sanità pubblica “Milan Jovanovic Batut”, Darija Kisic Tepavcevic, ha dichiarato ieri che l’età media delle persone infette da coronavirus in Serbia è di 50 anni e che i due terzi sono uomini. Alla domanda sul numero di persone guarite, ha dichiarato che 3 sono state dimesse dall’ospedale dopo due test negativi, ma che ora dovranno trascorrere 15 giorni in isolamento a casa.

Alla domanda sulle esperienze e sui suggerimenti dei medici cinesi quando si tratta di indossare le mascherine, l’epidemiologo Predrag Kon ha affermato che il consiglio dei colleghi cinesi è di indossarle e che ciò si vede nel loro comportamento.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

“Le nostre opinioni non sono cambiate, ma cambiano a seconda della presenza o meno di maschere. Raccomandare qualcosa quando non ci sono mascherine a disposizione non è saggio. La situazione ora è diversa e io la porto dal momento in cui si possono trovare. In particolare, nella situazione attuale, ha senso metterla in ambienti chiusi, e certamente se ci si avvicina a qualcuno a meno di due metri di distanza. È molto positivo che ci sia meno contatto. Ciò non va bene in termini sociali e psicologici, ma è molto importante per l’epidemia”, ha affermato Kon.

“Non è necessario indossarla se non c’è nessuno a due metri, ma se ci si avvicina, si dovrebbe sicuramente indossare una maschera”, ha spiegato.

Commentando le previsioni dei colleghi cinesi secondo cui ci vorranno 29 giorni di queste misure per stabilizzare la situazione, Predrag Kon ha affermato di aver dato questa proiezione guardando una provincia cinese che aveva una situazione simile a quella serba.

Darija Kisic Tepavcevic ha aggiunto che i colleghi cinesi hanno un’esperienza di vita reale con oltre 80.000 pazienti e sono riusciti a reprimere l’epidemia.

“Una ferrea disciplina non è nel nostro DNA. Un collega cinese ha dichiarato ieri che suo figlio non ha lasciato l’appartamento per tre mesi”, ha dichiarato la stessa.

Predrag Kon afferma che ora è richiesto un rigoroso isolamento, il che significa che qualcuno che è positivo non può stare in una stanza con persone che non lo sono. Solo tali misure possono produrre risultati, vale a dire un isolamento blando può ancora aggravare la situazione.

Alla domanda se è possibile conoscere il genere, l’età e la struttura geografica dei pazienti, gli esperti affermano che questo è impossibile al momento, anche se Darija Kisic Tepavcevic rivela che una simile analisi dovrà certamente essere fatta e che al momento, da ieri, è noto che sono state infettate persone in media sui 50 anni e due terzi sono maschi.

https://insajder.net/sr/sajt/vazno/17474/Epidemiolozi-Kriznog-%C5%A1taba-Prose%C4%8Dna-starost-zara%C5%BEenih-50-godina-troje-izle%C4%8Denih-mora-u-izolaciju.htm

Photo credits: “Srđan Iliić”

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... coronavirus, epidemiologi, età media 50 anni, Milan Jovanovic Batut
Le misure pensate per salvare l’economia serba

Loncar: “Ci vorrà circa un mese per stabilizzare la situazione”

Chiudi