Elezioni USA: i commenti politici alla vittoria di Trump

In seguito all’esito delle elezioni presidenziali negli USA, rappresentanti di governi e istituzioni internazionali commentano il nuovo scenario e si congratulano con Donald Trump per la sua vittoria. 

Oggi il Presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, ha affermato che ora la situazione sarà più ardua per l’UE, rispetto alla precedente amministrazione statunitense: “sarà difficile; più difficile che con le amministrazioni precedenti. Tuttavia, Trump è stato designato presidente con libere elezioni e abbiamo bisogno di mostrare rispetto per il futuro presidente degli Stati Uniti. Spero che troveremo un modo per lavorare insieme”.

Il presidente russo Vladimir Putin si è congratulato con Donald Trump per la vittoria, esprimendo la speranza che, insieme, i due paesi potranno superare la fase di crisi che le relazioni russo-americane stanno attraversando: “sono fiducioso che il dialogo Mosca-Washington, considerando le nostre posizioni reciproche, sarà vantaggioso sia per gli interessi russi che per quelli americani”, ha dichiarato Putin, sottolineando la necessità per i due paesi di trovare soluzioni efficaci a tutte le sfide per la sicurezza globale.

“L’UE continuerà a cooperare con gli Stati Uniti, anche dopo che il candidato repubblicano Donald Trump è stato eletto presidente degli Stati Uniti”, ha dichiarato oggi Federica Mogherini, l’Alto rappresentante dell’Unione europea per la politica estera e la politica di sicurezza: “i legami tra l’UE e gli Stati Uniti sono più forti di qualsiasi cambiamento politico. Abbiamo intenzione di continuare a collaborare, riaffermando il potere dell’Europa”, ha aggiunto Mogherini.

Il leader del Partito indipendente britannico, Nigel Farage, si è congratulato con Donald Trump. Farage è stato il principale sostenitore della Brexit e non ha mai celato la propria ammirazione nei confronti di Trump.

Anche il premier turco si è congratulato con il nuovo Presidente, evidenziando che la sua vittoria rappresenta una “nuova possibilità per il miglioramento delle relazioni bilaterali tra i due Paesi”.

Il ministro della Giustizia tedesco Heiko Maas ha invece pubblicato il suo commento su Twitter, evidenziando che “il mondo non finirà, ma sarà sicuramente più matto”.

(Tanjug, 09.11.2016)

http://tanjug.rs/full-view.aspx?izb=283181

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top