Elezioni in Kosovo e Metohija: la maggior parte dei voti va al partito nazionalista “Vetevendosje!” (Autodeterminazione!)

Secondo i più recenti risultati preliminari delle elezioni in KiM, basati sul 95% dei voti conteggiati, il movimento “Autodeterminazione!” conduce con il 25,70% dei voti.

Secondo la Commissione elettorale centrale, l’Alleanza democratica del Kosovo è seconda con il 25,07% dei voti, ovvero 4.775 voti in meno rispetto al partito al comando. Al terzo posto c’è il Partito Democratico del Kosovo con il 21,15% dei voti.

Questi risultati non includono i voti per posta, della diaspora e i voti delle persone con bisogni speciali.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Veselji: il PDK sarà all’opposizione

Il leader del Partito Democratico del Kosovo (PDK) Kadri Veselji ha accettato i risultati elettorali e ha annunciato che il suo partito sarà all’opposizione nella prossima assemblea.

“Il PDK sarà all’opposizione. Continueremo a servire il popolo e lo Stato. Questa campagna è stata interessante. Sono grato alle migliaia di persone che ho incontrato in questi giorni”, ha detto Veselji in una conferenza stampa, riferisce “RTK” in serbo.

Il Presidente serbo Vucic, tre ore dopo la chiusura dei seggi, ha annunciato che la Lista serba (partito supportato da Belgrado) ha vinto in tutte le municipalità a maggioranza serba nel nord del Paese. I leader del movimento insieme ai cittadini hanno festeggiato la vittoria nel centro di Kosovska Mitrovica; dopo il conteggio finale nel nord della stessa città hanno ottenuto infatti il 98,07% dei voti, sempre secondo Vucic, mentre nel resto delle municipalità sono arrivati al 90%.

http://www.rtv.rs/sr_lat/politika/izbori-na-kosovu-i-metohiji-najvise-glasova-za-samoopredeljenje_1054616.html

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Aleksandar Vucic, Elezioni, Kosovo, Lista serba, Veselji
I leader serbi del Kosovo e il Ministro degli esteri kosovaro Pacolli sorpresi insieme su uno yacht

Turchia
La visita di Erdogan porterà all’apertura di sei nuove fabbriche

Close