Elenco delle città serbe con il peggior inquinamento atmosferico

Secondo i dati trovati sull’applicazione XEco, solo l’1,8% della popolazione del Paese ha un’aria accettabile in termini di livello di valori ammissibili di particelle PM.

Queste particelle sono considerate un indicatore del grado di inquinamento dell’aria e rappresentano una miscela di fumo, fuliggine e acido, creata come risultato del riscaldamento, del traffico e dell’industria. Vršac e Kikinda sono tra le città che hanno un’aria buona, mentre quasi un quarto del Paese non sa nemmeno che aria respiri.

Da giorni Belgrado è ai vertici della classifica mondiale in termini di inquinamento atmosferico e le mattine belgradesi sono solitamente molto nebbiose e altamente inquinate.

Ci sono solo quattro città in Serbia che hanno una qualità dell’aria tollerabile: Bor, Negotin, Osečina e Bujanovac, mentre Niš ha una qualità media.

Forse il problema maggiore è rappresentato dal fatto che il 23% della popolazione non sa come sia l’aria nelle proprie città, perché non ci sono stazioni di misurazione in grado di determinare la qualità dell’aria. Gli abitanti di Ada, Bačka Palanka, Boljevac, Čajetina, Lajkovac, Sokobanja e di molte altre città e comuni in tutto il Paese hanno la sfortuna di non sapere che tipo di aria respirano.

In alcune località della Vojvodina, come Vršac e Kikinda, l’aria è buona, mentre quella respirata dagli abitanti di Bor, Negotin, Osečina e Bujanovac è di qualità accettabile.

È sorprendente il fatto che le aree industriali con una forte produzione industriale e mineraria, come le città di Bor e Kostolac, abbiano una buona qualità dell’aria, ma c’è una ragione molto semplice: le particelle PM non vengono misurate qui.

“A Kostolac non si misurano le particelle PM, quindi quest’area non può essere presa come esempio di aria buona. Lo stesso vale per Šabac, che non ha una stazione di misurazione delle particelle PM, motivo per cui viene citata come esempio di buone condizioni dell’aria, il che non può essere vero”, spiega Dejan Lekić dell’Organizzazione nazionale per l’ambiente e creatore dell’applicazione XEco.

Aggiunge che, oltre a Šabac e Kostolac, anche Valjevo, Kruševac, Leskovac e molte altre località non dispongono delle stazioni di misurazione delle particelle PM.

(Nova, 01.11.2022)

https://nova.rs/vesti/drustvo/otkrivamo-listu-gradova-sa-najboljim-i-najgorim-vazduhom-u-srbiji-pogledajte-na-kom-ste-spisku/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top