Ehitad non molla Air Serbia. Resta anche Fiat, con un nuovo contratto.

“L’Etihad non ha in alcun modo espresso l’intenzione di volersi ritirare dalla collaborazione strategica con l’Air Serbia”, ha dichiarato il primo ministro serbo Ana Brnabic giovedì 29 marzo 2018.

Brnabic valuta che Air Serbia è “sana” e che “opera seguendo i suoi piani”. “Air Serbia opera in tutti i suoi piani, ma compete in un mercato competitivo e spesso deve prendere  alcune decisioni non molto popolari” ha detto Brnabic e ha aggiunto che non può ancora conoscere i piani delle compagnie private, ma che Air Serbia è in grado di trovare nuovi partner strategici in qualsiasi momento.  Secondo lei, l’Air Serbia ha aumentato il numero di passeggeri del 90% rispetto al 2013, e il numero di aeroplani del 23%.

La Brnabic informa anche che la Fiat non si ritirerà da Kragujevac, e che invece sta lavorando ad un nuovo contratto differente dal precedente. Questo contratto terrà conto dell’interesse dei cittadini della Serbia. La Brnabic ricorda inoltre che Il governo ha avuto il ruolo di mediatore nelle trattative tra i sindacati e la direzione della Fiat, nel momento della firma di un nuovo contratto triennale, assicurando così in qualche modo gli affari di queste persone.

La Premier ci informa anche che si sta lavorando molto sullo sviluppo di Kragujevac, e che ci sono molti possibili investitori che potrebbero portare migliaia di posti di lavoro.

(https://www.ekapija.com/news/2077783/etihad-se-ne-povlaci-iz-kompanije-air-serbia-ostaje-i-fiat-radi)

Share this post

scroll to top
More in Air Serbia, Brnabic
Aperta la prima fattoria digitalizzata

Brnabic: “Rimpasto di governo il prima possibile”

Close