EBRD investirà oltre 300 mil EUR in Serbia nel 2016

Il direttore della Banca europea per la ricostruzione e per lo sviluppo (EBRD) Daniel Berg ha dichiarato che quest’anno l’istituzione che egli dirige in Serbia pianifica di investire oltre un miliardo di euro nella regione dei Balcani occidentali, di cui 300 milioni di euro in Serbia.

Nell’intervista per la Radiotelevisione serba, Berg ha detto che l’EBRD tramite varie banche serbe investirà oltre 100 milioni di euro nelle piccole e medie imprese, nonchè mostra interesse per la privatizzazione dei grandi sistemi, quali l’aeroporto “Nikola Tesla” di Belgrado e la “Telekom Srbija”.

In merito alla privatizzazione dell’aeroporto e “Telekom”, Berg ha detto che l’EBRD è in contatto con il governo con cui collabora anche nell’ambito della riforma dell’amministrazione statale e della riforma di aziende pubbliche.

“Credo che questi sono solo due di molti possibili progetti su cui possiamo lavorare. Inoltre, ci sono alcuni investitori esteri e speriamo che loro decideranno di venire in Serbia”, ha detto Berg, aggiungendo che l’arrivo dei cinesi in questa parte del mondo sarà molto utile. 

Berg ha ricordato che la Cina è diventata un azionista dell’EBRD ed ha aggiunto che spera di intraprendere collaborazioni anche con gli investitori cinesi che arrivano in questa regione.

Il direttore dell’EBRD in Serbia ha ricordato che l’anno scorso è stata stipulata anche l’iniziativa “Gestione dell’ambiente d’investimento”.

“Il governo dovrebbe emanare decisioni difficili in merito al processo di privatizzazioni e rendere più attrativo l’ambiente per gli investimenti. C’è molto da fare e il Governo dovrebbe iniziare a lavorare quanto prima”, ha detto Berg. 

Secondo Berg, l’EBRD investirà oltre un miliardo di euro nei Balcani occidentali. “Ogni anni cerchiamo di avere oltre 300 milioni di euro di investimenti in Serbia. L’anno scorso abbiamo avuto grandi progetti e per questo gli investimenti sono aumentati”, ha detto Berg.

Il capo dell’EBRD ritiene che la crescita economica in Sebia sarà di circa 2%, ma per raggiungere tale obiettivo si dovrebbero implementare le riforme ed attrarre gli investimenti.

(Beta, 05.06.2016.)

 

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top