E-governance pilastro della riforma della PA

L’anno prossimo, l’e-governance diventerà uno dei pilastri del governo serbo nella riforma e modernizzazione dell’amministrazione statale.

Nell’anno che è stato dichiarato l’anno della lotta contro l’economia sommersa, l’e-governance ha dimostrato di rappresentare un sostegno significativo. Quindi, il suo sviluppo è una delle priorità del Ministero della Pubblica Amministrazione e autonomie locali, della Direzione e-Governance e del governo serbo.

Questo è il messaggio principale di “E-Governance – la Serbia senza code e contatori”, che si è svolta ieri con lo scopo di migliorare ulteriormente l’E-governance in Serbia, stabilendo connessioni e rendendo possibile lo scambio di esperienze tra i più importanti rappresentanti dello stato, dell’economia, dei media e della società civile.

“L’anno prossimo, creeremo una rete tra le sei istituzioni statali, il che consentirà all’amministrazione statale di fare a meno di quasi sette milioni di pezzi di carta per i quali, fino ad ora, i cittadini hanno dovuto fare la fila”, ha spiegato Zeljko Ozegovic, Segretario di Stato presso il Ministero della Pubblica Amministrazione e autonomie locali.

“Questo implica anche una corretta applicazione della legge sul procedimento amministrativo, e costituirà la base per la riduzione di burocrazia e spese inutili, che, a sua volta, determinerà un significativo risparmio di tempo sia a vantaggio dei cittadini che a vantaggio delle imprese”, ha aggiunto Ozegovic.

Il Direttore della direzione E-Governance, Dusan Stojanovic, ha sottolineato che la direzione prevede inoltre la creazione di una piattaforma per la m-governance, che renderà il servizio di e-governance disponibile anche sui telefoni cellulari.

“In questo modo, potremo disporre di una migliore comunicazione tra le autorità statali, i cittadini e le imprese. Lavoreremo anche per l’accessibilità delle informazioni al pubblico. Lanceremo presto, infatti, un grande portale web nazionale, che conterrà tutte le informazioni in un unico luogo”, ha concluso Stojanovic.

(Vecernje Novosti, 21.12.2016)

http://www.novosti.rs/vesti/naslovna/drustvo/aktuelno.290.html:640922-E-uprava-i-reforma-administracije-Ukida-se-sedam-miliona-papira

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top