Due arresti per l’omicidio Curuvija

Per l’assassinio del giornalista, avvenuto nel 1999, oggi a Belgrado sono stati arrestati due ex membri dei servizi di sicurezza nazionale.

Slavko Curuvija è stato freddato a colpi di pistola di fronte alla propria abitazione da due uomini mascherati il giorno di Pasqua, l’11 aprile 1999. Gli arrestati sono Milan Radonjic e Ratko Romic, rispettivamente capo e funzionario dei servizi di sicurezza. Oltre a loro, sono incriminati altri due appartenenti dello stesso organo statale: Radomir Markovic, già in prigione, e Miroslav Kurak, per il quale è stato emesso un mandato di arresto internazionale. Durante la conferenza per i giornalisti il Procuratore speciale per il crimine organizzato Miljko Radisavljevic ha detto che la svolta è stata permessa dalla testimonianza di Milorad Umelek, in carcere per vari omicidi, tra cui quello dell’ex Premier Zoran Djindjic. Aleksandar Vucic, presente alla conferenza, si è scusato con i cittadini serbi e con la famiglia di Curuvija per aver dovuto attendere 15 anni prima che il caso fosse risolto.

curuvija

Share this post

scroll to top
Altro... giustizia
La Serbia al quinto posto per istanze alla Corte di Strasburgo
Negoziati impegnativi, poi l’adeguamento delle leggi serbe a quelle europee
Chiudi