Drčelić: “Il conflitto tra la famiglia Vučić e Stefanović sarà risolto attraverso un compromesso”

La giornalista del settimanale “Vreme”, Zora Drčelić, ha dichiarato che è ovvio che è in corso un conflitto tra la famiglia Vučić e il Ministro Nebojša Stefanović, ma che questo problema sarà risolto con un compromesso. La stessa ha riferito all’agenzia “Beta” che il Presidente della Serbia e del Partito progressivo serbo (SNS), Aleksandar Vucic, prende tutte le decisioni in famiglia assieme a suo fratello e suo padre e che il partito a cui appartiene serve solo a dirigere gli affari di famiglia.

“Ora si sta facendo un gran chiasso affinché Stefanović venga rimosso dalla carica di presidente del consiglio comunale “SNS” di Belgrado. Tuttavia, è il minimo che gli possa essere tolto poiché lui ha molte funzioni. L’opinione pubblica ha l’impressione che Stefanović venga “decapitato” perché gli viene tolto il consiglio comunale, ma lui non ha mai dimostrato di essere interessato a quella posizione”, ha detto la Drčelić.

La stessa ha affermato che si tengono sessioni segrete nei consigli municipali del partito “SNS”, in cui viene presumibilmente valutato il lavoro dei funzionari di partito.

“Su tutto decide solo Aleksandar Vučić. Per ora abbiamo appreso che alcuni comitati interni esprimono diffidenza nei confronti di Nebojsa Stefanovic e Zlatibor Loncar. Cos’è questa (s)fiducia? Rischiano l’espulsione dal partito? È tutta una grande farsa condotta da Belgrado”, ha detto la giornalista.

Alla domanda di “Beta” su come commenti la proposta del deputato Vladimir Đukanović di sostituire l’intero consiglio comunale di Belgrado guidato da Nebojsa Stefanović, la Drčelić ha detto che Đukanović si è fatto vedere come portavoce di Vučić in diverse occasioni.

“Secondo gli ordini di Vučić, Đukanović fa passare delle informazioni prima che accada qualcosa, al fine di verificare le reazioni dell’opinione pubblica, principalmente progressista”.

La Drcelic sottolinea che i vertici dell’SNS non sono soddisfatti del lavoro e dei risultati del consiglio di amministrazione a Belgrado.

“Il coinvolgimento di Aleksandar Šapić nel SNS non rafforzerà il partito, ma darà il via a una resa dei conti con i consiglieri dell’SNS che sono sotto il controllo di Nebojša Stefanović, e allo stesso tempo servirà a mascherare i danni arrecati al partito dal vicesindaco Goran Vesić”.

Alla domanda su quando Nebojsa Stefanovic sia diventato un grosso problema per Aleksandar Vucic e l’SNS, la Drcelic ha affermato che il momento chiave è stata la scoperta della piantagione di marijuana a “Jovanjica”.

“Allora come Ministro della polizia, Stefanović aveva negato che il proprietario della piantagione di marijuana, Predrag Koluvija, avesse chiamato Andrej Vučić durante l’arresto, sottolineando che Andrej e Koluvija non si sentivano da 6 mesi. Proprio in quell’occasione, si direbbe, la “rottura” al vertice è stata ufficializzata. Allo stesso tempo, questo conflitto viene continuamente mistificato. Il Presidente Vučić è piuttosto sensibile quando si coinvolgono i membri della sua famiglia, e sembra che non possa perdonare per questo nemmeno Stefanović”, ha concluso la Drčelić.

https://www.danas.rs/politika/novinarka-vremena-sukob-porodice-vucic-sa-stefanovicem-bice-resen-kompromisom/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top