Dosta je bilo: “Vucic copre lo scandalo di Sava Mala”

Il movimento politico Dosta je bilo (“Basta”) ha dichiarato che il primo ministro e presidente del partito del progresso serbo Aleksandar Vucic da oltre 40 giorni sta evitando di fare luce sull’identità dei soggetti che, camuffati e mascherati, procedettero alla distruzione di alcuni edifici a Sava Mala. “Aleksandar Vucic ha portato nello Stato l’arbitrio di persone mascherate, una sospensione dello stato di diritto e una brutale violazione dei diritti umani, patentemente coperti con l’aiuto dei media fiancheggiatori quali Studio B, Pink e Tanjug”, si legge nel comunicato del movimento politico, che condanna fortemente gli insulti “al di sotto della dignità per ogni parlamentare” che Vucic ha avuto per il leader del movimento Sasa Radulovic.

Vucic aveva dichiarato di considerare la politica di Radulovic clownesca, ridicola e inconsistente, concentrata solo nel criticare i prezzi nel ristorante del Parlamento.

“Gli impiegati di Studio B, della illegale Pink e della Tanjug, quando ieri il primo ministro si è trovato in imbarazzo sul tema degli abbattimenti illegali a Sava Mala, hanno posto domande sul presunto “assalto” di Sasa Radulovic ai giornalisti all’interno del Parlamento serbo.  Così essi hanno definito il rifiuto di Radulovic di rispondere alle domande poste da quelli che lui considera essere componenti della squadra di propaganda di Vucic”.

Dosta je bilo ha dichiarato che se Vucic ha domande da porre a Radulovic può farlo direttamente

(Beta, 05.06.2016)

 

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top