Dopo sette anni il ponte sull’Ada non ha ancora il permesso di utilizzo

Il ponte sull’Ada è stato aperto al traffico l’1 gennaio del 2012, ma sette anni dopo non ha ancora ottenuto il permesso di utilizzo!

Secondo i precedenti annunci delle autorità, si prevedeva che il ponte avrebbe ottenuto il permesso di utilzzo entro il 2017, poi entro la prima metà del 2018, e ora non menzionano più alcuna data. La direzione per l’Edilizia e le Costruzioni di Belgrado, ha dichiarato per il Blic che finora è stato effettuato un appalto pubblico e che è stato ottenuto un rapporto della Commissione di ispezione tecnica.

Alla domanda per quando è prevista la nuova scadenza per l’ottenimento del permesso, la Direzione non ha saputo dare una risposta chiara, quindi si presuppone che ciò non accadrà nemmeno quest’anno.

Secondo alcuni esperti della Facoltà di Ingegneria del Traffico, la mancanza di questo documento non influisce sull’uso pratico del ponte, e inoltre, hanno anche menzionato altri esempi di edifici in funzione da diversi decenni senza il permesso di utilizzo.

Tuttavia, l’utilizzo del ponte era previsto anche per i pedoni e i ciclisti, ma gli ascensori destinati a loro, che sono costati circa un milione di euro, non hanno ancora trasportato nessuno. Inoltre, uno dei problemi è la manutenzione del ponte, perché a causa dell’assenza di questo documento, apparentemente non così importante, non si sa chi sia il responsabile.

La manutenzione dell’illuminazione e la pulizia dei scarichi di rifiuti solidi sono solo alcuni dei problemi a cui i cittadini di Belgrado hanno assistito negli ultimi anni.

A PARTIRE DA GIUGNO SI POTRA’ ATTRAVERSARE IL FIUME SAVA CON I TRAM


Verso la metà di quest’anno, se la scadenza sarà rispettata, dovrebbe essere completata l’installazione delle rotaie sul ponte di Ada, dopo di che saranno introdotte alcune nuove linee tranviarie che collegheranno Banovo brdo e Rakovica.
Photo Credits:”Petar Dimitrijević / RAS Srbija
https://www.blic.rs/vesti/beograd/most-na-adi-ni-posle-sedam-godina-od-otvaranja-jos-nema-upotrebnu-dozvolu/h6tdw5y?fbclid=IwAR1YAt10CZgyL28lr95IegV8z0JM-_lz6mBazUXsI3p5xogRIY2q2dtezTA

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Ada, Fiume Sava, permesso di utilizzo
Il Fondo d’investimento russo “Marera properties” interessato al blocco 18

Close