Djilas: “Il DS non si sta disfacendo”

“La democrazia è sempre al vecchio indirizzo”: con queste parole il presidente del DS ha voluto sottolineare che il partito non si sta disfacendo nonostante le defezioni di questi giorni e la nuova formazione approntata da Tadic.

Djilas ha detto di non voler spendere parole per coloro che hanno lasciato il DS, trattandosi di appena 141 persone su 180.000 iscritti. Egli ha anche detto che oggi saranno presentate le liste per una campagna elettorale che si preannuncia dura: “Ci attendiamo pressioni e arresti, ma non abbiamo paura”, ha affermato l’ex sindaco di Belgrado. Djilas ha anche risposto in modo piccato alla domanda del cronista di Blic, il quale ha chiesto in quale modo il partito pensa di sbloccare il proprio conto corrente, che è stato congelato dal curatore fallimentare della Razvojna Banka Vojvodine a causa dell’insolvenza nella restituzione di un credito di 350 milioni di euro: “Lo sbloccheremo e basta. E allora dovrete scrivere in prima pagina che il conto del DS è sbloccato e che il partito non cade a pezzi”.

(blic.rs, 06.02.2014)

ds conferenza

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top