Diversi gruppi parlamentari dell’opposizione hanno inviato una lettera aperta a Maja Kocijancic

Diversi gruppi parlamentari di opposizione hanno inviato una lettera aperta alla portavoce della Commissione europea Maja Kocijancic, affermando he continueranno a boicottare le sessioni del Parlamento serbo e tutte le attività legate al lavoro, perché “le ragioni e le circostanze del boicottaggio non sono cambiate”.

I firmatari hanno dichiarato di essere d’accordo con l’affermazione che il parlamento è un luogo per il dibattito, ma essi stimano che il suo “ruolo di supervisione e legislatura è messo in discussione a causa della mancanza di un dibattito sostanziale”.

“Come ben sapete, il dibattito è un processo a doppio senso. Il nostro Parlamento, sfortunatamente, si è trasformato in una intensa e aggressiva violenza politica contro l’opposizione. Questa violenza agisce attraverso un clima insopportabile in aula, costante privazione e negazione della parola ai membri dell’opposizione che criticano la maggioranza al potere, l’abuso di procedure parlamentari e di regole parlamentari”, dice la lettera.

I firmatari hanno dichiarato che ancora due anni avevano formalizzato la richiesta di sostituzione di Maja Gojkovic, la presidente dell’Assemblea nazionale, ma che “la loro richiesta non è mai stata messa all’ordine del giorno”.

Essi aggiungono che “il dibattito parlamentare sostanziale è stato completamente soppresso nel dicembre 2018, durante il dibattito sul bilancio per il 2019”, e che per loro questa è stata la goccia che a fatto trabboccare il vaso e che li ha spinti ad aderire al boicottaggio.

“Ricordiamo che la nostra attività continua in conformità con la Costituzione, la legge e il regolamento dell’Assemblea nazionale, ma in un “parlamento parallelo”, ovvero, noi ci rivolgiamo ai cittadini e discutiamo dei temi di attualità all’ordine del giorno nel corridoio dell’Assemblea nazionale, in quanto è l’unico luogo nel parlamento dove possiamo esprimere la nostra opinione e l’atteggiamento politico”, dice la lettera.

Una lettera aperta firmata dai caucus del Partito Democratico, serbo Dveri movimento, il partito socialdemocratico – Partito popolare, Nuova Serbia – Il movimento per la salvezza della Serbia, Klub deputati indipendenti e deputati indipendenti Marinika Tepic, Ana Stevanovic e Branislav Mihajlovic.

https://naslovi.net/2019-03-05/beta/vise-opozicionih-poslanickih-grupa-uputilo-otvoreno-pismo-maji-kocijancic/23025109?fbclid=IwAR17GkjHo_W0vc4MAbnArjgXIxN8zBl9DZbu9suXtQKsg7UADj_Ga72YdcA

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... Maja Kocijancic, opposizione, parlamento
UE: Il boicottaggio del parlamento è inaccettabile, non ci sarà una “primavera dei Balcani”

Djilas: Se qualcosa non cambierà in meglio, non usciremo alle urne nemmeno per le elezioni regolari

Chiudi