Disoccupazione in calo: 160 mila assunzioni nel 2017

Negli ultimi giorni le autorità serbe hanno affermato che l’attuale tasso di disoccupazione nel paese è il più basso degli ultimi 25 anni e, entro la fine dell’anno, dovrebbe diminuire ulteriormente.

Secondo i dati ufficiali resi noti dall’Ufficio Nazionale per l’Occupazione, quasi 160.000 persone in Serbia hanno trovato lavoro nel periodo da gennaio ad agosto 2017.

Il Direttore dell’Ufficio Nazionale per l’Occupazione, Zoran Martinovic, afferma che in Serbia esistono ancora 638.000 disoccupati e aggiunge che nei prossimi quattro mesi la disoccupazione continuerà a scendere, assestandosi tra l’11% e il 12% alla fine di quest’anno.

Secondo i dati più recenti, il tasso di disoccupazione è più che dimezzato rispetto al 2012, quando il 25,5% dei cittadini in grado di lavorare in Serbia era senza lavoro.

Cosa è successo nel frattempo? Qual è la ragione di questa caduta e quali professioni si sono dimostrate più richieste?

Martinovic spiega che i motivi per cui la disoccupazione è diminuita vanno individuati in una maggiore attività economica, più investimenti diretti esteri, nonché in un certo numero di programmi e misure volte a stimolare il settore reale e l’occupazione attuati da vari istituti governativi, tra cui l’Ufficio Nazionale per l’Occupazione.

Per quanto riguarda le professioni più richieste dai datori di lavoro, sono quelle dei professionisti IT, deii tecnici economici, del personale di vendita, di tecnici/costruttori meccanici, meccanici automobilistici, fabbri, tecnici agricoli, economisti diplomati (economia generale, banca, finanza), chef e infermieri.

(Blic, 17.08.2017)

http://www.blic.rs/vesti/ekonomija/od-januara-do-avgusta-160000-srba-naslo-posao-evo-koja-zanimanja-su-najbolje/6ljd9w0

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in disoccupazione, lavoro
Nis
Nis: 2.200 nuovi posti di lavoro grazie a Leoni

fiat
Avviati i negoziati tra la FIAT e i lavoratori a Kragujevac

Close