Disoccupazione in calo nel 2017

Il Direttore dell’Ufficio Nazionale serbo per l’Occupazione, Zoran Martinovic, afferma che attualmente ci sono 617.000 disoccupati registrati presso l’Ufficio e che il tasso di disoccupazione è pari al 12,9%.

Il tasso medio di disoccupazione nel 2016 è stato del 15,3% e nel 2015 del 17,7%. “Abbiamo appena raccolto i dati per il terzo trimestre di quest’anno. Ci aspettiamo che i dati dell’ultimo trimestre mostrino il tasso di disoccupazione tra il 13% e il 14%”, ha aggiunto Martinovic.
Da febbraio di quest’anno, il numero di disoccupati in Serbia è in costante calo, vale a dire ci sono 75.000 disoccupati in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Martinovic ha affermato che i lavoratori con istruzione superiore hanno più successo nella ricerca di un lavoro, aggiungendo che i datori di lavoro vogliono che i lavoratori abbiano competenze trasferibili e know-how piuttosto che un certo diploma.
“Ci sono molti nuovi posti di lavoro nell’industria tessile. Inoltre, custodi, addetti alla sicurezza, fabbri, macellai e panettieri sono molto richiesti, vale a dire persone con abilità particolari”, ha sottolineato Martinovic.
Altre professioni richieste dai datori di lavoro sono quelle dei professionisti delle ICT, ingegneri elettronici, ingegneri elettrotecnici, insegnanti di fisica e matematica, nonché insegnanti di lingua tedesca. Inoltre, medici, farmacisti, avvocati ed economisti sono costantemente richiesti.
Martinovic ha anche affermato che un totale di 3,65 miliardi di dinari è stato assegnato all’Ufficio nazionale per l’occupazione nel bilancio del 2018, oltre a 550 milioni di dinari per disoccupati con disabilità, abbastanza, pare, per attuare tutti i progetti previsti per il 2018.
(Novi Magazin, 27.12.2017)

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... disoccupazione
Neric
Neric annuncia misure per promuovere l’occupazione

giovani
Giovani e mercato del lavoro: una corsa ad ostacoli

Chiudi