Di Maio e la Brnabic per un partenariato strategico tra Italia e Serbia

Il Ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio ha dichiarato ieri a Belgrado che esiste un legame speciale tra la Serbia, l’Italia e i loro popoli, e che continua il naturale sostegno dell’Italia alla Serbia su molte questioni, nonché un reciproco partenariato strategico.

In una discussione con la Premier Ana Brnabic, Di Maio ha affermato che i due Paesi vengono da dieci anni di partenariato strategico e ha elogiato i notevoli progressi della Serbia nei processi delle riforme, principalmente nell’economia, come dimostrato dai numerosi investitori italiani che lavorano sul mercato serbo.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Lo stesso ha sottolineato che l’Italia sostiene il percorso europeo della Serbia, sia per i risultati raggiunti nelle riforme attuate sia per il fatto che la Serbia rappresenta un importante fattore di stabilità nella regione dei Balcani occidentali.

Il ministro degli Esteri italiano ha espresso l’appoggio dell’Italia per la prosecuzione del dialogo Belgrado-Pristina e ha affermato che per trovare una soluzione è necessario un maggiore sostegno e una mediazione dell’Unione europea.

Nei colloqui con il Ministro italiano, la Brnabic lo ha ringraziato per il suo continuo sostegno all’integrazione europea della Serbia e per il suo costante impegno nell’agenda dell’allargamento all’interno dell’Unione europea, nonché per la presenza dei soldati italiani della missione KFOR, che, ha spiegato, è di grande importanza per la sicurezza dei serbi e di tutti i cittadini che vivono in Kosovo, e per la protezione dei siti religiosi.

La Premier ha sottolineato che l’Italia è uno dei maggiori investitori e i più importanti partner economici della Serbia, come dimostra il fatto che le aziende italiane impiegano 26.000 lavoratori in Serbia, e ha espresso la sua convinzione che questa cooperazione sarà ancora più forte in futuro.

La stessa ha dichiarato di aspettarsi presto la quarta sessione congiunta dei due governi, durante la quale si potrebbe discutere della cooperazione in materia di innovazione e imprenditorialità delle start-up, scienza e ricerca.

Di Maio ha affermato che il governo italiano ha istituito un programma che si occupa di cooperazione internazionale e partenariati per l’innovazione e che la cooperazione con la Serbia sarebbe di reciproco interesse, sostenendo che, in futuro, l’attenzione nella regione dovrebbe essere rivolta agli investimenti in innovazione, digitalizzazione, nuove tecnologie e giovani specializzati.

I due hanno infine discusso della possibilità di organizzare un forum economico che includa la cooperazione nel campo dell’innovazione.

https://www.danas.rs/politika/di-majo-i-brnabic-prirodno-stratesko-partnerstvo-italije-i-srbije/

Photo credits: “FoNet/Vlada Srbije/Slobodan Miljević”

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... Brnabic, Di Maio, Italia
La Serbia e la regione italiana del Veneto firmano un accordo di cooperazione

Il Ministero della sanità: “Non c’è motivo di farsi prendere dal panico a causa dell’inquinamento”

Chiudi