Demostat: “Governo e opposizione alla pari a Belgrado”

Il centro di ricerca e pubblicazione “Demostat” ha presentato il nuovo sondaggio di opinione pubblica, che mostra come il 31% dei belgradesi, alla domanda su quale partito possa risolvere i problemi della capitale, pensa a una coalizione “SNS e SPS”, mentre il 14% di loro crede che possa essere un gruppo di partiti di opposizione formato da “SSP, DS e Narodna Stranka”. Circa il 7% dei belgradesi ritiene che i problemi potrebbero essere risolti dalla coalizione del blocco verde, composta dal movimento “Ne davimo Beograd”, “ZZS Nebojsa Zelenovic” e dall’attivista ambientale Aleksandar Jovanovic Zuta. Insieme ad altri partiti di opposizione, tale percentuale ammonterebbe al 31%.

La ricerca è stata fatta all’inizio del mese attraverso un sondaggio telefonico a cui hanno partecipato 1.200 belgradesi. Tutti i comuni di Belgrado sono rappresentati proporzionalmente. “L’argomento chiave di questa ricerca sono state le preferenze elettorali dei belgradesi. Abbiamo circa 150 giorni prima delle elezioni, un periodo di tempo molto breve per i partiti politici e le coalizioni ma un futuro lontano per i cittadini. Quindi non dovremmo aspettarci che questi saranno i risultati delle elezioni. In questa ricerca troviamo un’affluenza del 67%. Contrariamente al numero di astenuti e a quelli che hanno boicottato l’ultima volta, ora abbiamo tantissimi elettori”, ha affermato il sociologo di “Demostat” Srecko Mihailovic, aggiungendo:

“Abbiamo chiesto ai cittadini di Belgrado quali sono i maggiori problemi a Belgrado e poi di dirci quali partiti politici, coalizioni e gruppi possono risolvere quei problemi. Quando si tratta di Belgrado, siamo arrivati ​​al fatto che “SNS e SPS” hanno il 31%, gli indecisi e quelli che hanno detto che non sarebbero andati alle urne sono stati il ​​17%, il 21% ha detto che non esiste un partito che possa risolvere i problemi di Belgrado, 2/5 non hanno detto il gruppo di partiti per cui avrebbero votato. Di quel 31, questo è circa il 52%. In generale, il punto è, da una parte, il partito di governo con il 31%, dall’altra il 31% di coloro che voterebbero per un partito di opposizione. Tra questi, domina fortemente la coalizione “SSP, DS, Narodna Stranka e PSG” con circa il 14%. “Ne davimo Beograd, Nebojsa Zelenovic e Aleksandar Jovanovic Zuta” hanno il 7%. “DSS, POKS e Dosta je bilo” sono circa al 3%, “Dveri e Zavetnici” al 2%. Si tratta di percentuali in relazione al numero totale degli intervistati”, ha affermato Mihailovic.

La situazione è simile per le elezioni repubblicane. “Quando abbiamo chiesto agli intervistati chi avrebbero votato alle elezioni parlamentari, abbiamo ricevuto risposte in qualche modo simili. “SNS e SPS” hanno il 30% di sostenitori rispetto a tutti gli intervistati. Gli indecisi sono il 33%. Il 37% dei voti è per il resto dell’opposizione. Questi risultati indicano la necessità di risolvere la questione di come l’opposizione, così com’è, possa davvero assicurarsi questo 37% di voti. Ciò che è chiaro fin dall’inizio è che all’interno dell’opposizione domina questo gruppo “SSP, DS e Narodna Stranka”, che portano praticamente la metà di tutti i voti dell’opposizione”, ha detto Mihailovic.

Quando si tratta di coloro che sono determinati per la loro opzione politica e andranno alle urne, ce ne sono circa 800 su un totale di 1.200 intervistati. Parlando di ciò che dicono i cittadini quando gli viene chiesto cosa dovrebbe essere fatto per ottenere una vittoria elettorale, Mihailovic afferma:

“Ad esempio, nella ricerca prima delle elezioni del 2000, abbiamo scoperto che una leggera maggioranza degli intervistati, 21 anni fa, aveva optato per una associazione dell’opposizione. La vittoria elettorale per portare e guidare il Paese verso il progresso arriva dall’azione congiunta di un’ampia opposizione sociale, dei partiti politici, dei sindacati e delle organizzazioni non governative. Abbiamo ripetuto questa domanda oggi e si è scoperto ancora più di allora che questa opzione assicurerebbe un gran numero di voti”.

Istraživanje Demostata: Vlast i opozicija izjednačeni u Beogradu

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top