Decine di nuove aziende ungheresi investiranno in Serbia, soprattutto in Vojvodina

Il presidente del parlamento della Vojvodina, Istvan Pastor, ha annunciato l’arrivo in Serbia di circa 50 aziende ungheresi, la maggior parte delle quali opererà proprio in Vojvodina.

“Sulla base di due concorsi annunciati lo scorso anno, circa 50 compagnie ungheresi vengono in Serbia, la maggior parte in Vojvodina e la maggior parte in aree in cui vivono prevalentemente ungheresi. Questo è naturale perché ovviamente queste aziende hanno contatti commerciali e umani qui, dove vedono uno spazio sicuro per la loro realizzazione”, ha detto Pastor a “Panon RTV”.

Ha aggiunto che il governo ungherese li sostiene con circa 50 milioni di euro di investimenti a fondo perduto.

“Questo investimento è importante perché dà contenuto al sistema politico che è stato stabilito tra i due Paesi negli ultimi oltre 10 anni, ed è anche importante perché in questo modo si creano nuovi posti di lavoro”, ha detto Pastor, aggiungendo che al momento non vuole aggiungere altro, non perché non conosca i dettagli, ma perché la cosa è di competenza del Ministero degli Affari esteri ungherese.

Per la costruzione del parco acquatico di Palić, Pastor ha detto che manca la documentazione progettuale e mancano i soldi per l’ultima fase.

“Ci auguriamo che il parco acquatico venga completato entro la fine dell’anno, perché questo è importante per Palić, per Subotica, per il suo potenziale turistico e per tutti i lavoratori del turismo”. Ci sono grandi aspettative e interesse, è ovvio che si sta investendo molto nelle capacità ricettive di Palić, e credo che tutto verrà accelerato con questa costruzione”.

https://www.blic.rs/biznis/vesti/50-madjarskih-firmi-dolazi-u-srbiju-u-paketu-i-50-miliona-evra-bespovratnih-ulaganja/shj4vb2

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top