Damon Wilson: “Credo che la Serbia riconoscerà l’indipendenza del Kosovo”

Il vicepresidente esecutivo del Consiglio Atlantico, Damon Wilson, ritiene che la Serbia riconoscerà l’indipendenza del Kosovo e ha affermato che ora esiste una possibilità storica per le due parti di raggiungere un accordo, grazie a leader politici visionari e al sostegno coordinato da parte degli Stati Uniti e dell’Europa.

“Credo che la Serbia riconoscerà l’indipendenza del Kosovo, ma non accadrà così su due piedi; deve esserci sul tavolo un pacchetto di proposte che convinca anche la Serbia. È un’opportunità per la Serbia per far crescere la sua economia, potenziando la forza lavoro e accelerando il suo percorso verso l’UE. E non essere politicamente bloccati sulla questione del Kosovo, significa essere orientati a preparare il paese alla partecipazione nell’economia globale”, ha detto Wilson a “Voice of America”.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Lo stesso valuta l’assenza di normalizzazione delle relazioni con il Kosovo come un ostacolo alla “pianificazione per il futuro” per entrambi, e ha aggiunto che la questione del Kosovo dovrebbe essere risolta “adesso, nei prossimi mesi”.

“Non esiste una scadenza, ma è urgente. L’economia mondiale sta cambiando radicalmente e questa intera parte del mondo, i Balcani, il Kosovo e la Serbia rimarranno isolati in un cantuccio. C’è una possibilità storica, ci sono leader politici che hanno in testa di farlo e capiscono quanto sia importante. C’è anche un supporto coordinato dall’Europa e da Washington, che anche quando ci sono differenze, vogliono essere d’aiuto e spingere per l’accordo fino alla fine. Ora è il momento poiché tutti entrano nel processo elettorale, e tutti vogliono concludere la questione prima che l’attenzione sia poi rivolta verso le elezioni”, ha continuato Wilson.

Infine lui sostiene che le tasse del Kosovo sull’importazione di merci dalla Serbia e dalla Bosnia-Erzegovina “hanno sconvolto tutto” e dovrebbero essere abolite, ma ha aggiunto che “dovrebbero anche cessare i tentativi aggressivi di impedire il riconoscimento dell’indipendenza e dell’adesione del Kosovo alle organizzazioni internazionali. E crede che Vucic “sopravviverebbe politicamente” se riconoscesse il Kosovo.

https://www.danas.rs/politika/dejmon-vilson-verujem-da-ce-srbija-priznati-nezavisnost-kosova-nema-roka-ali-je-hitno/

Photo Credits: “VOA”

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top