Dalle alluvioni danni per 810 milioni, perdite per 662 milioni di euro

Il danno diretto delle alluvioni catastrofiche che recentemente hanno colpito la Serbia, ammonta a 810,1 milioni di euro, mentre le perdite si attestano a 661,9 milioni di euro, si legge nel rapporto sulla stima dei danni dalle alluvioni adottato dal Governo serbo, che sarà presentato alla conferenza dei donatori a Bruxelles il 16 luglio.

 Il rapporto ha dimostrato che il danno totale e le perdite causate da questo disastro naturale ammonta a 1,53 miliardi di euro. Due terzi di questa cifra riguardano solamente i settori produttivi, dove il danno e le perdite sono state stimate a 1,07 miliardi di euro.

Secondo il rapporto, solamente il danno al settore produttivo e manifatturiero  è stato stimato in mezzo miliardo, mentre le perdite in 569,4 milioni. Di questi, i maggiori danni e perdite hanno colpito l’agricoltura con 107,9 milioni, ovvero 120,1 milioni di euro. Segue il commercio, dove il danno è stato stimato in 169,6 milioni, e le perdite 55,2 milioni.

Il danno e le perdite stimati nei settori sociali, quali abitazioni, salute, educazione e cultura è di 34,6 milioni di euro, ovvero 7,1 milioni di euro. I danni alle abitazioni ammontano a 227,3 milioni di euro, mentre le perdite a 3,7 milioni. Nel settore sanitario il danno è di tre milioni e le perdite di 2,7 milioni di euro.

Gli effetti delle alluvioni sulle infrastrutture, compresi i trasporti, le comunicazioni e le acque sono stati stimati a 192,1 milioni di euro, di cui i danni 117,3 milioni, mentre le perdite 74,8 milioni di euro.

In questo settore, il trasporto è stato colpito maggiormente con danni per 96 milioni e perdite per 70,4 milioni di euro. Per quando concerne l’ambiente, la stima dei danni è di 17,2 milioni e le perdite 10,6 milioni di euro.

Il vicepresidente del governo, Zorana Mihajlovic dice che il rapporto sarà presentato alla conferenza dei donatori a Bruxelles e che questa sarà un’opportunità per tutti gli interessati ad aiutare.
“In questi due mesi abbiamo già individuato i donatori. È certo anche il denaro dal credito che sarà trasferito per i progetti più urgenti per le infrastrutture stradali e ferroviarie“, ha dichiarato la Mihajlovic alla Tanjug.

La Mihajlovic, che è anche il ministro dell’edilizia, dei trasporti e delle infrastrutture, annuncia che le case danneggiate e distrutte dei cittadini saranno ricostruite o riparate entro l’autunno o al massimo l’inverno, come anche le strade nei terreni alluvionati.

(Tanjug, 08.07.2014)

“I cittadini devono sapere che il governo è accanto a loro e che farà di tutto affinchè ognuno di loro abbia la propria casa, o ottenga i mezzi per riparala. I bambini inizieranno la scuola in tempo, le ASL saranno riparate. Questo è il nostro compito“, ha affermato la Mihajlovic.

Share this post

scroll to top
More in alluvione
Boskovic: “Necessarie sovvenzioni per l’agricoltura”

Pesanti costi per la Serbia per i danni al ‘Bacino Minerario Kolubara’

Close