Dalla Ue 175 milioni di euro per il settore agricolo in Serbia

Il 22 gennaio la delegazione dell’Unione europea in Serbia ha comunicato che darà suo sostegno al settore agrario con 175 milioni di euro nei prossimi sei anni.

I fondi saranno disponibili per gli agricoltori serbi nella forma dei grants (contributi) per la sovvenzione della produzione e trattamento dei prodotti agrari.

Nella comunicazione viene indicato che la Commissione europea il 20 gennaio ha adottato il Programa dell’Ue per lo sviluppo rurale in Serbia (IPARD), il che ha creato la base per il sostegno al settore agrario in Serbia nei prossimi sei anni.

Gli obiettivi principali del programa sono miglioramento della sicurezza alimentare in Serbia, il miglioramento delle capacità competitive delle produzioni agricole, nonché consentire a questo settore di alinearsi agli standard europei.

In base a un’analisi dettagliata e oggettiva e dopo le consultazioni con i gruppi d’interesse, le autorità serbe hanno deciso che i fondi dell’Ue saranno investiti nelle fattorie che si occupano della produzione di latte, carne, frutta, verdura e altri raccolti. Inoltre, hanno deciso di aiutare la trasformazione e la vendita dei prodotti agrari e questi fondi saranno diretti alle piccole e medie imprese che si occupano di latte, carne, frutta e verdura.

Il sostegno sarà dato anche ai produttori agrari che stanno introducendo e utilizzando i metodologie di produzione biologica, ma anche all’implementazione delle strategie dello sviluppo locale.

L’Ue offre il suo aiuto finanziario al settore agrario serbo tramite un sistema di gestione e controllo il quale è in accordo con gli standard di buon governo nel settore pubblico moderno equivalente alle organizzazioni dello stesso genere nei paesi comunitari.

Inoltre, è stato comunicato che gli organi competenti in Serbia stanno preparando questo sistema di gestione e controllo con l’aiuto dell’Unione europea. Questa fase dovrà prima essere terminata per poter successivamente pubblicare i primi bandi per la presentazione delle domande e delle proposte.

(eKapija, 23.01.2015.)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... agricoltura, agricoltura biologica, Commissione Europea
Linea di credito di Banca Intesa di 10 milioni di euro

La “Rigoni di Asiago” impianta noccioleti a Negotin
Chiudi