Dal 13 marzo il prezzo della benzina salirà ancora

Il Presidente della Serbia, Aleksandar Vučić, ha annunciato che lo Stato prenderà decisioni che garantiranno la fornitura di carburante, senza un “ulteriore” balzo dei prezzi, ammettendo quindi che un aumento è inevitabile.

Per quanto riguarda i carburanti, è attualmente in vigore il decreto sul blocco dei prezzi che fa riferimento all’Eurodiesel e all’Euro premium BMB, i cui prezzi al litro sono attualmente rispettivamente di 179 e 171 dinari. Questa misura sarà in vigore fino al 13 marzo e dalla sua introduzione, quasi un mese fa, gli economisti sottolineano che è una decisione sbagliata, e che quasi sicuramente ci saranno carenze, e dopo la scadenza del blocco i prezzi aumenteranno di nuovo. Lo stesso Presidente Vucic ha ammesso che lo Stato sta lavorando per prendere decisioni che influiranno sulla fornitura di carburante senza un aumento “grande” dei prezzi, ciò significa comunque che un aumento ci sarà.

L’analista economico Bogdan Petrovic sostiene che l’aumento dei prezzi era previsto e il principale colpevole è proprio il blocco dei prezzi. Come ha sottolineato lo stesso Presidente, il prezzo all’ingrosso nelle raffinerie, quando si parla di Eurodiesel, è di 193 dinari, mentre il prezzo ai distributori di benzina è di 179. Ciò significa che dall’inizio di questo decreto tutti i commercianti di petrolio hanno pagato questa differenza tirando fuori i soldi dalle proprie tasche. “Un’ulteriore prolungamento di questo decreto porterebbe a carenze, ed è per questo che lo Stato ha dovuto intervenire in questo modo”, spiega Petrovic.

Vučić najavio poskupljenje goriva: Od 13. marta nove muke za srpske vozače

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top