Dal 1° Luglio aumento dei prezzi dei pedaggi autostradali

Il direttore della società JP Strade della Serbia, Zoran Drobnjak, ha confermato per il giornale “Blic Biznis” che il Governo ha accettato la proposta dell’aumento dei prezzi dei pedaggi del 12% e che i nuovi prezzi entreranno in vigore già il 1° luglio.

Drobnjak ha detto che il nuovo listino prezzo sarà fatto quando i parlamentari adotteranno la proposta di Governo e, che la società “Strade della Serbia” investirà questi ulteriori due miliardi di dinari nel mantenimento delle strade. Per sapere di quanto aumenteranno i pedaggi per la Macedonia, Subotica e Novi Sad clicca QUI.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Si ricorda che Drobnjak ha già diverse volte chiesto al Presidente Aleksandar Vucic e alla ministra Zorana Mihajlovic di aumentare i prezzi dei pedaggi. Le sue petizioni per più di un anno non hanno dato alcuna risposta positiva, fino a maggio di quest’anno. Alla domanda su che cosa avesse detto quest’ultima volta al Presidente quando ha richiesto l’aumento dei pedaggi, Drobnjak ha risposto:

“Gli ho detto che sanare in continuazione le buche e la manutenzione delle strade sono procedimenti assai costosi e che se vorrà avere delle strade in ottima condizione, deve aumentare il prezzo dei pedaggi”, ha spiegato Drobnjak.

Il direttore di “Strade della Serbia” ha affermato più volte di non rinunciare all’aumento dei prezzi dei pedaggi, perché la Serbia ogni anno perde 100 milioni di euro per la manutenzione delle strade. Egli ha anche confermato che in Serbia il pedaggio in autostrada è il più economico in tutta Europa.

https://www.blic.rs/biznis/vesti/poskupljenje-putarina-od-1-jula-kako-je-drobnjak-ubedio-vucica-da-poveca-cene/3p4ldjg?fbclid=IwAR2dTDvRY8-k7GkOOfYMQp8tcA4PDe8NjV0X5XZo_KIJezoLnWdsKIJqUdM

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... Aleksandar Vucic, autostrada, JP Putevi Srbije, pedaggio
KFOR: le autorità serbe sono state informate in anticipo dell’operazione ROSU in Kosovo

Le forze del ROSU nel nord del Kosovo – Suonano le sirene d’allarme

Chiudi