Dal 1° gennaio 2022 il minimo sindacale sarà di 35.012 dinari

Il governo della Serbia ha deciso che il prezzo minimo del lavoro per il 2022 sarà di 201,22 dinari netti per ora lavorativa. Il prezzo minimo del lavoro è stato quindi aumentato del 9,4%, ha affermato il governo in una nota

Come riferito, “la determinazione del prezzo minimo del lavoro si basa sugli ultimi dati macroeconomici disponibili e sulle proiezioni per il prossimo periodo”. Il prezzo minimo valido del lavoro in Serbia è ora di 183,93 dinari all’ora. Le trattative tra sindacati, datori di lavoro e autorità governative si sono concluse la scorsa settimana senza un accordo, quindi l’importo del salario minimo è stato determinato dal governo.

Si diceva che il prezzo del salario minimo per il prossimo anno sarebbe stato aumentato di circa 2.500 dinari rispetto a quest’anno. I sindacati non erano d’accordo, ma il Ministro delle finanze, Siniša Mali, e la Premier, Ana Brnabić, avevano annunciato che il governo serbo avrebbe deciso che dal 1° gennaio il salario minimo sarebbe stato al livello proposto, quindi dal 1° gennaio 2022 sarà di 35.012 dinari.

Tale importo del salario minimo era stato annunciato dal Presidente della Serbia, Aleksanar Vučić, ancor prima dell’inizio dei negoziati; quest’anno, così come l’anno scorso, lui ha “calcolato” in anticipo quanto sarebbe stato l’aumento. Datori di lavoro e sindacati hanno espresso insoddisfazione per il fatto che il dialogo sociale sia una formalità perché “alla fine è come vuole Vučić”.

https://www.021.rs/story/Info/Biznis-i-ekonomija/284399/Vlada-odredila-minimalac-za-narednu-godinu.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top