Dacic: “Non sono interessato ad essere di nuovo il primo ministro”

Ivica Dacic, leader del Partito socialista serbo (SPS) e capo della diplomazia serba, ha detto che nonostante i risultati elettorali delle prossime elezioni parlamentari non è interessato a diventare di nuovo primo ministro. 

“Non sono interessato a essere di nuovo primo ministro, tutti si stanno preparando per le prossime elezioni presidenziali”, viene detto da Dacic in un’intervista per “Kurir”, sulla richiesta di commentare una situazione ipotetica in cui da lui fosse dipesa la formazione del governo.

Alla domanda se questo significa che “il suo sogno politico” sia diventare presidente della repubblica, Dacic ha precisato  che è ancora presto per parlarne, che il suo partito ancora non ha scelto un candidato alla presidenza. “No, non è una fantasia. Il mio partito deve avere il candidato per la presidenza a meno che non si effettua un accordo secondo il quale come la coalizione avremmo un candidato”, ha detto.

Quando si tratta del rapporto con Aleksandar Vucic, primo ministro e leader del SNS (Partito Progressista serbo), e delle dichiarazioni dei funzionari di partito nei media, Dacic ha detto che i risultati sono quello che conta, non le impressioni, e che il suo obiettivo è quello di collaborare con SNS su un livello strategico.”Con Vucic voglio parlare della Serbia, dell’Europa, delle relazioni con la Russia, non su chi ha detto cosa”, egli ha detto.

Sulla questione se gli piacerebbe battere Vucic, ha detto che è naturale che ogni partito vuole vincere e lui vorrebbe che il SPS avesse più voti del SNS. “Però con Vucic voglio essere un partner strategico in Serbia. Non posso essere l’opposizione alla Serbia. Fino a quando Vucic lavorerà nell’interesse della Serbia, io sarò con lui,” viene detto da Dacic.

Dacic nega qualsiasi patto segreto con il Partito Democratico, perché, come dice lui, “non sa come potrebbe fare un patto con qualcuno che non sa se supererà la soglia di sbarramento.”

Egli sostiene inoltre che nel SPS non vi sono divisioni interni. “Non c’è un concorrente nel SPS”, ha detto Dacic, che crede anche che è impossibile per qualcuno prenda il suo posto nel partito.

(Tanjug, 13.03.2016)

Share this post

scroll to top
More in Dacic
Dacic: “Tadic è il Presidente che ha perso tutto”

Dacic: “Non ci sarà riconciliazione finché l’UCK non risponderà per i crimini”

Close