Dacic: “Non so cosa pensa Nikolic sul Kosovo”

Il minsitro degli affari esteri della Serbia Ivica Dacic ha dichiarato di non sapere quali sono le idee del presidente della repubblica Nikolic e in cosa consisterebbe la nuova piattaforma per il Kosovo.

“Come mi ha detto il primo ministro, finora lui e il presidente della repubblica non hanno discusso su cosa dovrebbe consistere questa nuova piattaforma. Non è un problema che in Serbia si parli di questo. Sono certo che nel prossimo periodo avremo la massima comunanza tra presidenza della repubblica e governo”, ha dichiarato Ivica Dacic in un’intervista al quotidiano Politika.

Dacic ha dichiarato che la Serbia non consente di rinunciare agli Accordi di Brussels perché si tratta di una condizione senza la quae la Serbia non avrebbe fatto neanche un passo in avanti in più sulla strada verso l’eurointegrazione. Il ministro degli esteri ha anche aggiunto che non è stato ancora precisato quando se i negoziati tra Belgrado e Pristina inizieranno, il 9 febbraio o qualche giorno prima. “Si tratta di una nuova impostazione, cui parteciperanno i due nuovi primi ministri e il nuovo Alto Rappresentante della politica estera dell’Unione europea Federica Mogherini al posto di Katherine Ashton. Inoltre è stato aggiunta una formula per cui i colloqui prevederanno la presenza del primo ministro più un’altra persona”. Dacic ha specificato che nel primo incontro sarà lui ad accompagnare il primo ministro mentre nei successivi saranno altri rappresentanti a seconda dei temi da trattare. Il ministro degli esteri ha anche specificato che ancora non si sa quali sarebbero, al termine dei negoziati, gli accordi legalmente vincolanti che dovrebbero firmare Belgrado e Pristina.

“All’interno dell’Unione europea non esiste consenso e approvazione univoca sul tema del Kosovo. Perché ora la Serbia dovrebbe pensare a cosa essa significhi quando le formule usate, se vogliamo essere proprio sinceri, non significano nulla. Perché dovremmo adeguarci a qualcosa che l’Unione non ha ancora definito nelle sue implicazioni”. Dacic ha chiosato dicendo che la Serbia gioca una partita più lunga di quella dei negoziati di Brussels: “Ci sono anche le Nazioni Unite, perché senza un accordo con la Serbia non è possibile trovare una soluzione in relazione all’ONU. Per la Serbia è importante il fatto che vi siano molte nazionali che non hanno riconosciuto l’indipendenza del Kosovo e vogliamo riservare ad esse un’attenzione speciale”.

(Politika, 12.01.2015)

Share this post

scroll to top
Altro... Aleksandar Vucic, Federica Mogherini, Ivica Dacic, Kosovo
Vucic calma i suoi ministri

Vucic presiederà una sessione del WEF di Davos

Chiudi