Dacic: la crisi in Macedonia problema dell’OSCE e dell’intera regione

La crisi politica e le minacce alla sicurezza della Macedonia rappresentano un problema per l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), ma anche per l’intera regione, nonchè per la Serbia, ha valutato il ministro degli affari esteri della Serbia, la quale presiede quest’organizzazione.  

Nell’intervista per la Radiotelevisione serba, il ministro degli esteri Ivica Dacic ha detto che nel caso della Macedonia come nel caso precedente dell’Ucraina è fallito il sistema di allerta precoce, uno degli strumenti dell’OSCE.

“Quando sono stato in Macedonia tre mesi fa, si vedevano i primi segni della crisi. Qui ci sono due tipi di problema, quello politico e quello di sicurezza, che non possono essere risolti a causa del conflitto tra il governo e l’opposizione. Inoltre, è molto pericolosa l’esistenza dei gruppi terroristici”, ha detto Dacic, che attualmente presiede l’OSCE. 

“Negli ultimi venti anni l’Unione europea non ha organizzato nessuna riunione sul tema della Macedonia, mentre nello stesso tempo il Kosovo è il tema principale, anche se c’è un pericolo maggiore nell’evolversi della situazione in Macedonia”, ha valutato il ministro serbo aggiungendo che questa è responsabilità dell’intera comunità internazionale..

Richiesto perchè l’Unione europea evita di definire lo scontro armato a Kumanovo come atto terroristico ossia conflitto etnico, Dacic ha risposto che il desiderio dei politici europei è creare una società civile nei Balcani, il che non è facile.

Inoltre, Ivica Dacic ha parlato della situazione in Macedonia con il rappresentante speciale dell’OSCE per i Balcani occidentali. Solo il dialogo costruttivo potrebbe essere la soluzione della crisi, è stato comunicato dal ministero degli affari esteri della Serbia.

(RTS, 22.05.2015.)

 

Share this post

One Reply to “Dacic: la crisi in Macedonia problema dell’OSCE e dell’intera regione”

  1. Massimo Marcucci ha detto:

    Il problema nasce dal gasdotto russo che passerà dalla Grecia all’Ungheria, attraversando la Macedonia e la Serbia ………ma vedi caso!!
    Gli americani non lo vogliono perché si sono appropriati del gasdotto che attraversa l’Ucraina
    Infatti il figlio del vice di Obama ( Joe BIDEN ) R.Hunter BIDEN – espulso dalla marina statunitense perché COCAINOMANE nel maggio 2014 è stato nominato Presidente della BURISMA HOLDING
    LA PRINCIPALE AZIENDA PETROLIFERA UCRAINA ed ora RISIEDE IN UCRAINA PER VOLERE DEL PAPÀ , OBAMA, ROTHSCHILD – N.B. H.BIDEN ERA COMPAGNO DI STANZA DURANTE L’UNIVERSITÀ YALE DEL FIGLIO DI ROTHSCHILD -.
    Ecco le ragioni della crisi Macedone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top