Dacic: accordo con l’FMI non per denaro ma per credibilità

Il premier ha dichiarato oggi che l’accordo con il FMI è necessario alla Serbia per dare credibilità alla politica economica che il Paese conduce e che entro un anno è fondamentale diminuire il deficit di bilancio.

Una missione del FMI è giunta oggi in Serbia, dove rimarrà fino al 7 ottobre: in agenda sono questioni macroeconomiche, come la diminuzione del debito, le strategie fiscali a lungo termine, il programma di riforme e la preparazione del bilancio per il 2014. Il premier, che incontrerà i rappresentanti del Fondo Monetario giovedì, ha detto che si sta cercando il modo per coniugare risparmio nel settore pubblico e sviluppo economico. A tal proposito, ha riferito che l’analisi condotta dal nuovo ministro della Finanza, Lazar Krstic, ha evidenziato che dal 2008 il tasso di indebitamento della Serbia è passato dal 30% al 60% del PIL; riguardo ai soldi che giungono dall’estero, come il prestito dagli Emirati, Dacic ha detto che verranno quasi sicuramente utilizzati per lo sviluppo e non per ripianare il debito.

(Tanjug, 01.10.2013)

ivica-dacic-4-3

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top