Dačić: “A Belgrado 3 colloqui tra talebani e governo di Kabul”

Il presidente del parlamento della Serbia, Ivica Dačić, ha affermato che i talebani sono andati direttamente dal fronte ai colloqui di pace con le autorità afgane tre volte a Belgrado, e che i negoziati sono rimasti segreti per l’opinione pubblica, ma non per la comunità internazionale.

Dacic ha dichiarato a “Blic” che i negoziati sono stati condotti nella villa diplomatica di Stato del Ministero degli Affari Esteri, nonché che il giorno dopo tale incontro, il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è andato in visita: “In tali situazioni, viene sempre eseguita un’ispezione di controllo, il cane poliziotto per la rilevazione di esplosivi ha annusato qualcosa intorno a una poltrona e si è scoperto che c’erano alcune particelle di polvere da sparo o particelle di esplosivo”.

Come ha affermato, i negoziati a Belgrado hanno avuto luogo dopo che il Consiglio di pace afghano si è rivolto all’organizzazione non governativa “East-West Bridge” guidata da Jovan Kovacic, con il permesso del Presidente Vucic. “Ci hanno chiesto se volevamo supportarli logisticamente, volevano negoziare proprio qui perché non siamo né ad Est né ad Ovest. L’unica cosa che hanno chiesto era di garantire discrezione, cioè di non pubblicare nulla sulla trattative”.

Dacic ha detto che questi non erano negoziati segreti per la comunità internazionale, perché erano presenti anche i loro rappresentanti, compresi i diplomatici dei Paesi occidentali. “Erano segreti solo per l’opinione pubblica. La Serbia non ha interferito nelle trattative, siamo stati solo i padroni di casa. Tutte le parti erano soddisfatte del nostro ruolo, in seguito quei negoziati sono proseguiti in altri Paesi”, ha spiegato Dacic.

Due giorni fa, Dacic aveva affermato di aver ospitato personalmente la delegazione talebana, nonché che l’allora Presidente dell’Afghanistan era in collegamento video, dichiarando che l’atmosfera del colloquio era corretta. “La valutazione di tutti era che in quel momento erano stati compiuti dei progressi, ed era stata dichiarata una tregua”.

https://pravda.rs/lat/2021/8/19/zasto-je-srbija-cutala-o-pregovorima-talibana-u-beogradu-cestice-baruta-su-bile-na-foteljama/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top