Da oggi avvocati di nuovo al lavoro

L’associazione degli avvocati di Serbia ha deciso la fine dello sciopero che si è protratto per gli ultimi quattro mesi e mezzo e da lunedì 26 gennaio tutti i legali del paese ricominceranno a lavorare.

Il prolungato sciopero è conseguenza della vertenza che ha opposto avvocati e governo in merito alle modalità con cui sono state introdotte la figura dei notai e il pagamento delle imposte a somma fissa da parte degli avvocati indipendentemente dai redditi personali.

Gli avvocati di tutto il paese sono entrati in sciopero il 17 settembre scorso richiedendo cambiamenti dei regolamenti inerenti le attività dei notai, una rimodulazione delle imposte a somma fisa e le dimissioni del ministro della giustizia. Gli avvocati di Belgrado erano entrati in sciopero già la settimana precedente.

Dopo mesi di negoziati senza successo, la settimana scorsa gli esperti del ministero della giustizia e i negoziatori dell’associazione degli avvocati di Serbia hanno raggiunto un accordo in base al quale il Parlamento nell’ultima seduta della settimana scorsa ha proceduto a modificare con urgenza la legge sui notai, la legge sui procedimenti stragiudiziali, la normativa sul diritto di famiglia e la legge di successione.

(Ekapija, 25.01.2015)

Share this post

scroll to top
Leggi articolo precedente:
Dacic: “La Kitarovic pesi le parole”

Vujovic: “Gli investitori apprezzano le riforme in Serbia”

Chiudi