Da oggi ai cittadini della Serbia vietata anche la Spagna

Dalla mezzanotte di ieri, ai cittadini della Serbia è vietato l’ingresso in Spagna, ha comunicato l’Ambasciatrice serba a Madrid, Katarina Lalic. La Spagna ha preso tale decisione sulla base delle raccomandazioni dell’Unione europea, che ha “rimosso” la Serbia e il Montenegro dall’elenco dei Paesi i cui cittadini possono recarsi negli Stati membri dell’UE.

“La Serbia e il Montenegro non erano sull’ultimo elenco adottato dall’Unione Europea e, sulla base di questa raccomandazione la Spagna ha deciso che i nostri cittadini non possono più entrare in Spagna dalla mezzanotte di ieri”, ha detto la Lalic.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

La decisione sarà valida fino alla fine di luglio, quando l’UE dovrebbe riconsiderare l’elenco dei Paesi i cui cittadini possono recarsi negli Stati membri.

“Se la Serbia si ritroverà nuovamente in tale elenco, è prevedibile che la Spagna prenderà una decisione positiva sull’ingresso dei nostri cittadini”, ha continuato la Lalic.

Per gli altri che entrano in Spagna, non è richiesto né un test PCR né la quarantena, ma viene controllata solo la temperatura.

La situazione epidemiologica in Spagna è preoccupante; esattamente un mese dopo la revoca dello stato di emergenza, quando erano stati registrati 141 casi di infezione da coronavirus in 24 ore, ieri sono stati registrati 529 nuovi casi, quattro o cinque volte più di un mese fa.

Dal 21 giugno, quasi 19.000 persone infette dal virus sono state registrate in Spagna.

In particolare, il fatto che ci siano circa 14.000 persone infette in sole due settimane è preoccupante.

La Lalic aggiunge che 99 persone sono morte a causa del virus corona in Spagna da quando lo stato di emergenza è stato revocato e nove morti sono stati registrati nella scorsa settimana.

“Circa 266.000 casi sono stati registrati in Spagna dallo scoppio della pandemia e circa 28.500 persone sono morte a causa dell’infezione, il che rende questo Paese uno dei più colpiti in Europa”, ricorda l’Ambasciatrice.

http://www.rtv.rs/sr_lat/drustvo/drzavljani-srbije-od-veceras-ne-mogu-u-spaniju_1146881.html

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in coronavirus, PCR, Serbia, Spagna
fabrizi
Sem Fabrizi: “Una parte importante dei fondi UE sarà indirizzata alla Serbia”

Chiude anche la Francia alla Serbia

Close