Ćulibrk: “Il prezzo dell’elettricità aumenterà il 4 aprile, subito dopo le elezioni”

Il caporedattore di “NIN”, Milan Ćulibrk, ha dichiarato di temere che il governo della Serbia nasconda qualcosa quando si tratta della “Rio Tinto”, ricordando che tre membri della SANU avevano inviato una lettera al governo sulla società a maggio, ma che nessuno ha risposto, né li ha invitati a un colloquio per sentire quali fossero i problemi. Lo stesso dice che il prezzo dell’elettricità aumenterà, il 4 aprile, subito dopo le elezioni, e che a gennaio i pensionati, nonostante l’annunciato “maggior aumento delle pensioni”, avranno un potere di acquisto minore di 12 mesi fa.

Secondo Ćulibrk, l’elettricità diventerà più costosa per gli uomini d’affari da gennaio, aumenteranno i prezzi dei loro prodotti e anche i prodotti delle accise, il carburante, le sigarette e altre cose diventeranno più costose. L’esperto afferma che il Presidente Aleksandar Vučić convince tutti di essersi accordato con i russi che il prezzo della quantità concordata di gas rimarrà di 270 euro al metro cubo, ma che il problema è che non era d’accordo su quanto ci costerà comprare altro gas.

La Serbia dovrà pagare 4,7 milioni di dollari al giorno per le quantità mancanti di gas, secondo “prezzi di borsa astronomici”, ha riferito “Danas”. Ćulibrk teme che il prezzo sarà ancora più alto, dopo, come dice, quello che ha sentito venerdì dal Presidente Vučić alla “TV Pink” secondo cui “c’è un accordo per cui la Russia ci fornirà sei milioni di metri cubi di gas al giorno, mentre il nostro consumo è di 10, e ci sono giorni in cui è anche 12. Ha affermato che per quantità superiori pagheremo il prezzo di borsa, mi sembra che abbia dichiarato 1.700 euro”.

“La differenza di prezzo è 1.400 euro, (perché paghiamo 270 euro al metro cubo), cifra quando si sommano quasi nove milioni di euro, non 4,7. Il Presidente Vučić ci convince di essersi assicurato che il prezzo del gas concordato rimanesse di 270 euro, ma non sa quanto sarà”, afferma Ćulibrk, aggiungendo che la situazione è generalmente caotica quando si tratta di gas.

L’esperto crede che il prezzo dell’elettricità aumenterà, come dice, il 4 aprile (subito dopo le elezioni). Lo Stato ha deciso di congelare i prezzi di alcuni generi alimentari, l’ultima volta è stata durante Milosevic e il socialismo; “non esiste un pranzo gratis, qualcuno dovrà pagarlo. Se l’EPS, che ora importa elettricità a prezzi cinque o sei volte più alti di quanto vende ai cittadini, avrà una perdita, qualcuno dovrà coprirla, e se non ci sono soldi la coprirà lo Stato”, ha detto.

Aggiunge che si importa elettricità nella situazione peggiore, quando i prezzi sono al loro picco. “Se tutto fosse andato bene, forse l’EPS avrebbe potuto esportare”, ha detto, aggiungendo che la domanda è quale sarà il prezzo per l’economia da gennaio. “Trasformeranno quei prezzi in costi, aumenteranno i prezzi dei loro prodotti e avremo una nuova ondata di inflazione”, ha affermato, aggiungendo che tutti i prodotti soggetti ad accisa diventeranno più costosi, perché l’inflazione sarà dell’8,9% alla fine di quest’anno e il carburante, le sigarette e altre cose diventeranno più costose.

Affermando che c’è stato un aumento totale dei prezzi del 7,4% fino a novembre, lui afferma che i prezzi sono aumentati più degli stipendi e delle pensioni dei dipendenti pubblici e dei pensionati. “Vivranno peggio a gennaio del prossimo anno che a gennaio di quest’anno”, ha detto Ćulibrk, aggiungendo che il loro reddito sarà inferiore del 5% rispetto all’inizio di quest’anno e che potranno acquistare meno di 12 mesi fa. E invece i Ministri, Siniša Mali e la Premier, tutti dicono convinti che non c’è mai stato un aumento più grande, dice Ćulibrk, aggiungendo che la gente vedrà questo ancora meglio nei propri portafogli.

Photo credits: “N1”

Ćulibrk: Od januara će biti skuplje i gorivo i cigarete, a struja već 4. aprila

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top