Crimini in Kosovo: forse un’altra fossa comune a Batajnica

Il Tribunale per i crimini di guerra di Belgrado ha annunciato nuove indagini nella località alle porte di Belgrado, dove già in passato è stata rinvenuta una fossa comune con resti di albanesi kosovari.

Il Procuratore per i crimini di guerra Vladimir Vukcevic ha dichiarato a Tanjug che le nuove indagini riguardano la zona del poligono, dove sono stati riesumati i resti di 900 albanesi kosovari tra il 2001 e il 2002. La procura ha ottenuto delle informazioni stando alle quali nella zona si potrebbe trovare un’altra fossa comune: da qui l’ordine di procedere al nuovo scavo. Secondo il Fondo per i diritti umani, dopo i conflitti in Kosovo vi sono ancora 1700 persone di cui non si sa nulla.

(Tanjug, 29.09.2014)

Share this post

scroll to top
Altro... crimini di guerra
Le reazioni al rapporto sui crimini in Kosovo

Crimini certi in Kosovo, si cercano prove sul traffico d’organi

Chiudi