Crescita del PIL nel terzo trimestre al 2,1%

Nonostante i progressi compiuti nello snellimento delle procedure burocratiche, considerate come uno dei maggiori ostacoli agli investimenti, la Serbia è ancora indietro in Europa in termini di crescita del PIL.

L’Ufficio statistico serbo ha rilasciato una proiezione flash della crescita del PIL per il terzo trimestre di quest’anno, secondo cui il PIL crescerà solo del 2,1%. Anche se si tratta di un risultato migliore rispetto al primo e al secondo trimestre, è ancora al di sotto del 3% previsto per quest’anno.
 
Negli ultimi cinque anni, la Serbia ha raggiunto una crescita trimestrale del PIL del 3% solo tre volte e ora avrebbe bisogno di un minimo del 3,4%.

A seguito della visita ufficiale del Fondo Monetario Internazionale a Belgrado a fine settembre, il Fondo ha ridotto la sua precedente proiezione di crescita dal 3% al 2,3%. Ivan Nikolic, della rivista Macroeconomic Analyzes and Trends, sostiene che se la Serbia continua a registrare la crescita industriale, come negli ultimi due mesi, è possibile raggiungere la crescita proiettata del FMI.

“La crescita industriale è salita e, con la fine di settembre, la crescita cumulativa è stata del 3,5%. Se questa crescita industriale continua, la crescita del PIL potrebbe essere ben superiore al 2% entro la fine di quest’anno”, valuta Nikolic.

Un professore della Facoltà di Economia, Milojko Arsic, aggiunge che la crescita del 2,1% nel terzo trimestre è in linea con la crescita prevista per il 2017 che pone la crescita tra l’1,5% e 2%.

“Anche se non teniamo conto dell’impatto negativo della nostra agricoltura sulla crescita del PIL, la crescita economica della Serbia sarebbe tra il 2,5% e il 3%, che è ancora una delle crescite più lente dell’Europa centrale e orientale, dove il tasso medio di crescita è circa al 4%”, aggiunge Arsic.

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

(Danas, 02.11.2017)

http://www.danas.rs/ekonomija.4.html?news_id=361010

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top