Crescita dell’immigrazione clandestina in Serbia

Il capo del Centro di protezione dell’asilo (APC) Radoš Đurović ha avvertito martedì di un possibile aumento delle migrazioni illegali nel 2024.

Đurović ha dichiarato all’agenzia di stampa Beta, con sede a Belgrado, che quest’anno la Serbia dovrà affrontare ulteriori sfide con i migranti illegali, a meno che la Turchia non raggiunga un accordo con l’UE su un programma di sostegno. A meno che ciò non accada, si può realisticamente prevedere l’arrivo di un gran numero di persone nei Balcani, ha detto, aggiungendo che la Serbia non può attuare la riammissione dei migranti in Bulgaria e in Macedonia settentrionale.

Secondo lui, l’estremo aumento del traffico di persone è “la diretta conseguenza dei respingimenti” dal confine con l’Ungheria e altri Stati membri dell’Unione Europea verso la Serbia. “Dopo essere stati respinti in Serbia, i migranti sono stati costretti ad assumere contrabbandieri per aiutarli ad attraversare il confine… Alcuni di loro sono stati respinti più volte”, ha dichiarato.

Il capo dell’ACP ha detto che il contrabbando di persone attraverso le frontiere è un’attività molto redditizia che ha portato i gruppi di contrabbandieri a rafforzarsi. Ha ricordato gli scontri armati nel nord della Serbia.

Đurović ha detto che alcune delle misure introdotte dall’Unione Europea per rallentare le migrazioni illegali sono in atto in Serbia.

(Danas, 02.01.2024)

https://www.danas.rs/vesti/drustvo/djurovic-u-srbiji-rast-krijumcarenja-migranata-u-2023-bio-posledica-ilegalnog-vracanja-ljudi/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!