Cos’è successo ai Ministri serbi dell’economia degli ultimi 20 anni?

I Ministri che, nei precedenti governi erano responsabili dell’economia del Paese, oggi gestiscono contemporaneamente diverse imprese private. Le persone impegnate in servizi di consulenza guadagnano fino a 6.000 euro al mese.

A parte il fatto tutti loro si sono presi cura delle finanze statali negli ultimi due decenni, questi ex politici serbi hanno ancora una cosa in comune, ovvero hanno fatto soldi allo stesso modo. Quasi ogni ex ministro dell’economia oggi è un consulente per società private e statali e per i suoi servizi fa pagare una buona somma di denaro.

Mladjan Dinkic

Ex presidente del partito G17 plus e Ministro in diversi governi serbi, Mladjan Dinkic ha fondato tre mesi fa una società impegnata nella vendita all’ingrosso di computer, apparecchiature informatiche e software. Quattro anni fa, dopo essersi ritirato dalla politica, ha fondato una società di consulenza. La società impiega attualmente 8 lavoratori. L’anno scorso, la società ha generato un utile netto di 35,1 milioni di dinari. Subito dopo aver lasciato la politica, Dinkic è stato assunto anche da una delle migliori banche in Serbia, dove ora è membro del Consiglio di amministrazione.

Miroljub Labus

Miroljub Labus, ex vice Primo Ministro e presidente del partito G17 plus, è il proprietario di una società di consulenza insieme alla figlia Milica. Ha lanciato un business privato iniziato dopo la scissione con Mladjan Dinkic e dopo, nel 2007, si è ritirato dalla scena politica. Negli ultimi due anni, la società ha generato un profitto di circa 8 milioni di dinari. I clienti dell’azienda, come dichiarato sul sito ufficiale dell’azienda, sono grandi società serbe e straniere.

Predrag Bubalo

Predrag Bubalo, Ministro dell’Economia nel governo diretto da Vojislav Kostunica, oggi è il proprietario di un’agenzia di consulenza registrata nel 2009 a Kikinda. Secondo le informazioni dell’Agenzia del registro delle imprese, Bubalo non ha presentato relazioni finanziarie per conto dell’azienda negli ultimi anni. È direttore di una società fondata nel 2007, sempre a Kikinda, di proprietà di suo figlio Igor. Secondo i dati ufficiali, questa azienda, che opera nel commercio all’ingrosso non specializzato, ha registrato perdite lo scorso anno, mentre nel 2016 ha realizzato un utile di soli 220 euro.

Sette anni fa, Bubalo era comproprietario, con una quota del 33%, di un’altra società commerciale. La società è stata successivamente liquidata, un anno dopo la sua costituzione. Cinque anni fa la società è stata cancellata dal registro delle imprese. Nel 2017, a causa della mancanza di prove, la corte del circuito ha esonerato Bubalo da ogni responsabilità in caso di privatizzazione del porto di Belgrado.

Aleksandar Vlahovic

Aleksandar Vlahovic, Ministro dell’Economia e delle privatizzazioni nel governo di Zoran Djindjic, è proprietario o comproprietario di quattro società. Vlahovic, che non si è ritirato dall’economia e dalla politica, è unico proprietario e direttore di una società che si occupa dell’elaborazione di progetti di costruzione. Ha fondato la società nel 2011 e secondo i dati dell’Agenzia del registro delle imprese, la società non ha dipendenti. Vlahovic è l’unico impiegato, mentre l’anno scorso la società ha generato un utile netto di 8,1 milioni di dinari. Ciò significa che ha guadagnato 750.000 dinari al mese. Questo ex ministro detiene il 50% del capitale della società che vende anche attrezzature bancarie. La società è stata fondata nel luglio 2016 e sin dal suo inizio ha registrato risultati finanziari positivi. In cinque mesi di attività, la società ha registrato un utile di 340.000 dinari, mentre l’utile nel 2017 è stato pari a 396.000 dinari.

La terza società, di cui Vlahovic possiede una quota del 75%, è stata costituita nel 2016.

Secondo il libro dei codici dell’APR, questa azienda è impegnata in attività ricreative e ricreative e nel 2016 ha generato un profitto di 306.000 dinari. È anche comproprietario di una società di consulenza, fondata nel 2011. Nel 2016, questa società ha registrato una rete di 754.000 dinari.

Darko Djunic

Vice Primo Ministro e Ministro del governo federale, Darko Djunic è proprietario di maggioranza con una quota del 66% di una società di servizi finanziari. L’azienda, che non ha registrato dipendenti, ha generato un profitto di 73 milioni di dinari l’anno scorso, mentre l’anno prima il profitto era la metà.

Djunic è anche proprietario di una società che si occupa della costruzione di edifici residenziali e non residenziali, fondata nel 2007. L’azienda impiega un lavoratore e ha avuto un profitto di 2 milioni di dinari l’anno scorso. La società ha guadagnato tre volte di più un anno prima.

Pitic banchiere e Parivodic avvocato

Goran Pitic, ex Ministro delle Relazioni economiche estere, possiede una società di consulenza ed è oggi il presidente del Consiglio di amministrazione di una banca. L’azienda di Pitic, fondata nel 2005, ha dimostrato di non aver successo poiché non ha generato alcun profitto negli ultimi 2 anni.

Milan Parivodic, Ministro del governo di Vojislav Kostunica, non ha fondato una società, ma ha continuato con la sua pratica legale.

(https://www.kurir.rs/vesti/politika/3077835/evo-gde-su-i-cime-se-danas-bave-dinkic-labus-bubalo-vlahovic-ovi-politicari-su-nekada-vodili-drzavne-finansije-a-kad-cujete-koliko-mesecno-sada-kesiraju-zavrtece-vam-se-u-glavi)

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top