Cosa contiene la bozza di risoluzione su Srebrenica?

La bozza di risoluzione sul genocidio di Srebrenica è stata approvata il 2 maggio, ma non ci sono ancora indicazioni su quando avverrà il voto all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

La risoluzione proposta chiede che l’11 luglio sia riconosciuto a livello mondiale come la Giornata internazionale ufficiale della memoria per le vittime di quello che viene definito il “genocidio di Srebrenica”.

La risoluzione è stata promossa da Germania e Ruanda e sostenuta da Stati Uniti, Bosnia-Erzegovina e altre nazioni. La risoluzione invita inoltre a respingere qualsiasi tentativo di negare l’esistenza del genocidio.

Ecco i punti principali della bozza di risoluzione:

“Prendendo atto che nel 2025 ricorrerà il trentesimo anniversario del genocidio di Srebrenica, in cui sono state perse almeno 8.372 vite, migliaia sono stati gli sfollati e le famiglie e le comunità sono state devastate, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite

  1. Decide di designare l’11 luglio come Giornata internazionale di riflessione e commemorazione del genocidio di Srebrenica del 1995, da osservarsi ogni anno;
  2. Condanna senza riserve qualsiasi negazione del Genocidio di Srebrenica come evento storico ed esorta gli Stati membri a preservare i fatti accertati, anche attraverso i loro sistemi educativi, sviluppando programmi appropriati, anche in memoria, per prevenire la negazione e la distorsione e il verificarsi di genocidi in futuro;
  3. Condanna inoltre senza riserve le azioni che glorificano coloro che sono stati condannati dai tribunali internazionali per crimini di guerra, crimini contro l’umanità e genocidio, compresi i responsabili del genocidio di Srebrenica;
  4. Sottolinea l’importanza di completare il processo di ricerca e identificazione delle rimanenti vittime del Genocidio di Srebrenica e di dare loro una degna sepoltura e chiede che si continui a perseguire gli autori del Genocidio di Srebrenica che devono ancora affrontare la giustizia;
  5. Esorta tutti gli Stati a rispettare pienamente i loro obblighi ai sensi della Convenzione sulla prevenzione e la punizione del crimine di genocidio, come applicabile, e del diritto internazionale consuetudinario sulla prevenzione e la punizione del genocidio, tenendo in debito conto le pertinenti decisioni della Corte internazionale di giustizia;
  6. Chiede al Segretario generale di istituire un programma di sensibilizzazione intitolato “Il genocidio di Srebrenica e le Nazioni Unite”, iniziando le sue attività con i preparativi per il 30° anniversario nel 2025, e chiede inoltre al Segretario generale di portare la presente risoluzione all’attenzione di tutti gli Stati membri, delle organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite e delle organizzazioni della società civile per un’adeguata osservanza,
  7. Invita tutti gli Stati membri, le organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite, le altre organizzazioni internazionali e regionali e la società civile, comprese le organizzazioni non governative, le istituzioni accademiche e le altre parti interessate, a osservare la Giornata internazionale, comprese le osservanze speciali e le attività in memoria e in onore delle vittime del genocidio di Srebrenica del 1995, nonché le opportune attività di educazione e sensibilizzazione del pubblico”.

(021.rs, 02.05.2024)

https://www.021.rs/story/Info/Region-i-svet/374352/Ovo-je-finalni-tekst-rezolucije-o-genocidu-u-Srebrenici-Ima-sedam-tacaka.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top