Cosa si aspetta per l’economia serba e regionale il prossimo anno?

La fine dell’anno è di solito il momento in cui gli esperti cercano di prevedere cosa ci aspetta nel prossimo periodo.

Gli analisti di Erste Group hanno pubblicato le loro previsioni sull’andamento dell’economia nel 2024 per otto Paesi dell’Europa centrale e orientale (CEE). L’analisi riguarda Croazia, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia, Romania, Slovenia, Slovacchia e Serbia.

Il prossimo anno si prevede un rallentamento della crescita dell’economia globale, compresa quella della Cina, il cui tasso di crescita, secondo le aspettative, dovrebbe diminuire. Ma ciò che dovrebbe preoccupare i Paesi della CEE è la stagnazione dell’economia dell’Eurozona e soprattutto il declino dell’economia tedesca, che per decenni è stata percepita come la forza trainante dell’economia europea ed è un importante partner commerciale di quasi tutti i Paesi analizzati, compresa la Serbia.

Serbia e Romania con la crescita più alta

Vi sono inoltre diversi fattori che potrebbero influenzare positivamente la crescita economica dei Paesi oggetto dell’analisi. In primo luogo, si prevede una crescita dei consumi personali. In particolare, la crescita dei salari reali, insieme al calo dell’inflazione, potrebbe sostenere la crescita dei consumi delle famiglie. D’altra parte, l’aumento del costo della vita, dopo l’inflazione a due cifre che abbiamo avuto, potrebbe rallentare questa crescita.

Secondo le previsioni, la Serbia dovrebbe raggiungere una crescita del PIL del 3,3% l’anno prossimo e del 3,6% l’anno successivo, mentre la media degli otto Paesi osservati è del 2,5%. Questa è anche la crescita più alta prevista nella regione osservata e, oltre alla Serbia, anche la Romania registrerà la stessa crescita, mentre gli altri Paesi della CEE avranno una crescita inferiore, ovvero l’Ungheria con il 3,2%, la Croazia con il 2,4% e la Repubblica Ceca con l’1,8%.

Per quanto riguarda il debito pubblico della Serbia, si prevede che scenderà al 51,5% del PIL nazionale nel 2024. Per quanto riguarda la Repubblica Ceca e la Romania, il loro debito pubblico ammonterà rispettivamente al 46,3% e al 49,7% del PIL nazionale. Nel 2025, la Serbia registrerà un leggero calo del debito pubblico al 51,1%, mentre il debito pubblico ceco e rumeno si attesterà rispettivamente al 46,3% e al 49,5%.

(Biznis i Finansije, 03.12.2023)

https://bif.rs/2023/12/sta-ekonomiju-srbije-i-zemlje-regiona-ceka-sledece-godine/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!