Cosa accadrebbe se l’UE ritirasse i suoi fondi per la Serbia?

Milena Mihajlović, direttrice del programma del Centro per le politiche europee, ritiene che l’Unione europea sia un donatore importante per la Serbia e che sarebbe un duro colpo se ritirasse quei fondi.

Secondo lei, la domanda chiave ora è come la Commissione europea risponderà alla risoluzione del Parlamento europeo (sui risultati elettorali in Serbia).

“Se la Serbia rifiuta l’indagine internazionale, che il Parlamento europeo sta chiedendo, penso che ci sarà molta pressione politica da parte degli Stati membri e del Parlamento europeo in modo che una delle misure restrittive nei confronti della Serbia sia proprio quella di ridurre i fondi o addirittura di ritirarli”, ha valutato Mihajlović.

Come ha spiegato, tale decisione può essere presa a maggioranza qualificata, quindi non è necessario che tutti i membri siano d’accordo su di essa.

Alla domanda su quali sarebbero le conseguenze, se ciò accadesse, Mihajlović ha sottolineato che tutti i fondi che non sono stati spesi e che non sono stati determinati o i contratti non sono stati firmati, potrebbero essere ritirati. Ha citato l’esempio della Turchia, dove i fondi dell’UE destinati alle ONG sono stati erogati, ma quelli destinati all’amministrazione statale, al sostegno del governo e ai progetti infrastrutturali sono stati interrotti.

Mihajlović ha anche affermato che l’UE ha investito in una gamma molto ampia di settori in Serbia con “fondi sostanziali investiti in progetti infrastrutturali” e ha aggiunto che “ci sono molti gruppi vulnerabili in questo paese che contano sul sostegno che è stato erogato finora”.

“Questo sarebbe molto negativo non solo per l’immagine della Serbia, ma anche per lo sviluppo socioeconomico se i fondi dell’UE venissero ritirati”, ha affermato.

Secondo Mihajlović, dal 2003 al 2022 la Serbia ha ricevuto più di 3,6 miliardi di euro in sovvenzioni dell’UE.

“Per quanto riguarda il denaro proveniente dalla Cina e dai paesi arabi, si tratta per lo più di prestiti e questa è la differenza fondamentale. Riceviamo sovvenzioni e prestiti dall’UE e non abbiamo questo tipo di sostegno da nessun altro. L’UE è il partner principale su cui possiamo contare per questo tipo di sostegno”, ha concluso Mihajlović.

(N1, 12.02.2024)

https://n1info.rs/biznis/sta-ako-eu-povuce-sredstva-namenjena-srbiji-svi-fondovi-koji-nisu-utroseni-ili-opredeljeni-mogu-da-se-povuku/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!