Cooperazione con la Russia: incontro Dacic-Rogozin a Suzdal

Il vice Primo Ministro serbo e Ministro degli Esteri Ivica Dacic e il vice Primo Ministro russo Dmitry Rogozin si sono incontrati giovedi a Suzdal, in Russia in qualità di co-presidenti del Comitato intergovernativo serbo-russo per la cooperazione economica, commerciale, scientifica e tecnica.

Le due parti hanno discusso temi bilaterali specifici, questioni attuali in materia di cooperazione commerciale ed economica e indicazioni fondamentali per lo sviluppo, come riportato dal comunicato diffuso dal Ministero degli Affari Esteri della Serbia.

Dacic e Rogozin, “hanno espresso reciproca disponibilità a lavorare congiuntamente per un ulteriore rafforzamento della cooperazione, e la speranza che gli accordi discussi nel corso della riunione del comitato, così come i lavori per stabilire le loro basi contrattuali e legali, possano ulteriormente incrementare i rapporti economici globali”.

Parlando durante una pausa nella sessione del Comitato, Dacic ha ripetuto che la Serbia non aderirà al piano di sanzioni imposte alla Russia: “la Serbia è coerente nella sua politica e non si unirà nelle sanzioni europee. In linea con questa politica, la cooperazione economica deve essere maggiormente sviluppata”.

Dmitry Rogozin ha affermato che le relazioni tra Russia e Serbia sono “in costante sviluppo” e ha definito la Serbia come il “partner strategico nei Balcani” della Russia: “la Russia vede grandi possibilità nel miglioramento della cooperazione in settori come turismo, sanità, edilizia, comunicazioni, banche, e l’industria”. Secondo Rogozin, gli investimenti della Russia nel settore energetico in Serbia hanno raggiunto circa tre miliardi di dollari, mentre Mosca “prevede di investire ancora”. Rogozin ha menzionato l’investimento nei lavori di adeguamento e ammodernamento della rete ferroviaria in Serbia.

(B92, Vecernje Novosti, 03.11.2016)

http://www.b92.net/eng/news/politics.php?yyyy=2016&mm=11&dd=03&nav_id=99594
http://www.novosti.rs/vesti/naslovna/politika/aktuelno.289.html:633353-Nema-sankcija-Moskvi

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top