Contro il progetto “Novi Sad na vodi” tutta l’opposizione della città

Il potenziale investitore del progetto “Novi Sad na vodi”, la società “Galens”, è riuscita in ciò che nessun altro aveva fatto prima, ovvero unire l’opposizione di Novi Sad. È iniziata ieri ufficialmente nel centro della città una raccolta di firme per fermare la costruzione di questo progetto considerato megalomane, che ha unito nella lotta le organizzazioni non governative e i maggiori partiti all’opposizione.

“Siamo uniti da un obiettivo comune, fermare questa costruzione che è un male per la gente di Novi Sad; il restringimento del corso d’acqua del Danubio per il bene di urbanisti corrotti, politici corrotti e investitori, è inammissibile”, ha detto Olivera Radovanović, presidente della Rete verde della Vojvodina.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Il vicepresidente del Partito popolare, Bora Novaković, che ha dato informazioni sull’idea del governo della città di costruire un complesso a più piani sull’unica cintura verde del Danubio entrando nel letto del fiume per 500 metri, ha detto che questo è l’inizio di un “movimento di resistenza”.

“Questo è l’inizio dell’insoddisfazione e della disobbedienza civile nei confronti dell’intenzione delle autorità cittadine di realizzare il progetto “Novi Sad na vodi”. La riva del Danubio è dei cittadini, non della mafia edilizia. Non si può prevedere un progetto del genere senza un appalto pubblico e un dibattito”, ha detto Novakovic, sostenendo che si tratta di un affare “profondamente corrotto”.

Dejan Bagarić del Partito popolare ha dichiarato a sua volta che combatterà contro questo progetto perché “l’interesse dei cittadini è al primo posto, e in questo caso i cittadini di Novi Sad pagherebbero con i propri soldi la costruzione della nuova riva. Questo progetto porterà a qualcuno 3 miliardi di euro a scapito di tutti i cittadini di Novi Sad”, ha detto Bagarić.

Secondo gli annunci degli organizzatori, gli stand per la raccolta delle firme sono allestiti in diversi punti della città e le firme verranno raccolte anche online.

Photo credits: “Ana Lalić/Nova.rs”

“Novi Sad na vodi” ujedinio novosadsku opoziciju

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Danubio, Novi Sad na vodi, opposizione
Vucic: “Vedremo se nel 2022 si terranno elezioni parlamentari straordinarie”

Tadic chiama l’opposizione a una lotta comune per sconfiggere il regime di Vucic

Chiudi