Concessione Nikola Tesla: ai cittadini serbi 76 milioni di euro

Il governo serbo dovrebbe rivelare oggi quale compagnia ha inviato l’offerta vincente per la concessione della durata di 25 anni per l’aeroporto di Belgrado, Nikola Tesla.

Il canone di concessione una tantum, che è stimato in circa 450 milioni di euro, a carico dell’offerente vincitore, sarà distribuito tra gli azionisti dell’Aeroporto come dividendi.

Secondo le fonti del quotidiano Danas, l’offerente vincitore pagherà l’importo indicato sul conto bancario dell’aeroporto, dal quale verranno distribuiti i soldi per gli azionisti.

Lo stato della Serbia detiene l’81,34% del capitale dell’aeroporto, il che significa che un totale di 374,1 milioni di euro dal concessionario sarà versato al governo serbo. I restanti 75,8 milioni di euro, pari a 13,12 euro per azione, dovrebbero essere distribuiti tra investitori istituzionali e cittadini serbi.

Il futuro concessionario si impegna anche al versamento delle tasse annuali. L’anno scorso, l’allora primo ministro Aleksandar Vucic aveva dichiarato che la tassa annuale dovrebbe essere dell’ordine di 10 milioni di euro, ma è più probabile che sarà compresa tra 5 e 6 milioni di euro. Inoltre, il concessionario si impegna a investire circa 700 milioni di euro nell’aeroporto nei prossimi 25 anni. L’aeroporto ha ancora bisogno di un hotel, un terzo terminal, un centro cargo e una seconda uscita di sicurezza.

Il governo serbo e l’Aeroporto Nikola Tesla hanno lanciato un bando pubblico per la presentazione delle offerte di concessione il 10 febbraio di quest’anno. Dopo sette estensioni di scadenza, è giunto il momento di rivelare l’offerta vincente.

(Danas, 29.12.2017)

http://www.danas.rs/ekonomija.4.html?news_id=366446

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top