Con la nuova legge semplificate le procedure doganali

Il ministro delle finanze Sinisa Mali ha dichiarato che la proposta della Legge sulle dogane, cadottata sulla seduta del Governo serbo di oggi, prevede numerose semplificazioni delle procedure doganali

Mali ha aggiunto che questo documento è in gran parte in linea con la legge sulle dogane dell’Unione europea, il che è un altro passo verso l’adesione all’UE del nostro paese. Come viene dichiarato nel comunicato stampa, il ministro Mali ha detto che questa Legge prevede la comunicazione elettronica tra la dogana e il settore privato. Come ha spiegato, le dichiarazioni verranno inviate in formato elettronico e per poter implementare le disposizioni della nuova legge bisogna sviluppare nuovi sistemi informatico-tecnologici e rafforzare quelli già esistenti, il che richiede tempo, pertanto l’UE pianifica la piena implementazione entro la fine del 2020.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Con la proposta di legge, ha aggiunto il ministro Sinisa Mali, vengono introdotte nuove semplificazioni doganali, quali sdoganamento centralizzato e autovalutazione, mentre altre semplificazioni prevedono per lo più l’utilizzo dei dati dai libri commerciali delle persone giuridiche.

“Rispetto all’attuale Legge sulle dogane, per la prima volta le disposizioni relative al debito doganale si trovano all’inizio della Legge, il che significa che l’aspetto finanziario è molto importante nell’applicazioni di regolamenti sulle dogane. Inoltre, viene introdotta la nuova classifica delle procedure doganali: mettere le merci in libera circolazione, procedure speciali ed esportazioni” ha detto il ministro delle finanze Sinisa Mali aggiungendo che sono state stabilite garanzie obbligatorie per la maggior parte delle procedure doganali.

Secondo Sinisa Mali con la proposta della nuova Legge sulle dogane sarà previsto che mettere le merci nelle zone franche è una procedura doganale a parte – procedura sulle zone franche. Il ministro ha detto che vengono abolite le procedure di trasformazione sotto controllo doganale e perfezionamento attivo nel sistema del rimborso, e che viene rafforzato il ruolo dell’operatore economico autorizzato.

“Il perfezionamento attivo può essere autorizzato senza l’obbligo di esportare la merce nuovamente” ha detto il ministro. Una delle novità, secondo il ministro delle finanze, è che la scadenza entro la quale la merce può stare nella custodia temporanea è stata cambiata da 20 a 90 giorni ed è stato regolarizzato il periodo di 10 anni nel quale la merce può rimanere nel regime di ammissione temporanea.

“Queste sono alcune delle modifiche più importanti rispetto all’attuale Legge sulle dogane. Quello che è importante è che la nuova legge non contiene le disposizioni a svantaggio per i partecipanti della procedura doganali rispetto all’implementazione della regolativa attuale” ha dichiarato il ministro delle finanze.

(Danas, 19.07.2018, https://www.danas.rs/ekonomija/mali-novim-zakonom-do-pojednostavljenja-carinskih-postupaka/ )

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top