Con la modifica alla Legge sui servizi di pagamento tutte le spese bancarie ora sono pubbliche.

La NBS ha pubblicato un elenco delle spese bancarie per i servizi più importanti relativi al conto di pagamento che vengono addebitate dalla banche, daggli uffici postali, dagli istituti di pagamento e dagli istituti di moneta elettronica.

In tale elenco, pubblicato sul sito web della NBS e sulla presentazione-Internet “Your Money”, ci sono 14 servizi di pagamento per i consumatori e 18 servizi di pagamento per le persone giuridiche e gli imprenditori.

In questo modo, in un unico luogo viene data una panoramica di tutti i servizi dalla lista dei servizi di rappresentanza e di tutte le spese applicate dai vari fornitori di servizi di pagamento. L’utente così potrà conforontare più facilmente e velocemente le offerte e le tariffe con vari fornitori di servizi di pagamento e scegliere quello più adatto a lui, ha detto la NBS.

La pubblicazione di tali elenchi è prevista dalla modifica alla Legge sui servizi di pagamento, al fine di garantire una maggiore trasparenza delle tariffe applicate dai fornitori di servizi di pagamento, una migliore informazione e una maggiore tutela degli utenti dei servizi di pagamento.

Il prestatore di servizi di pagamento è tenuto a fornire all’utente, almeno una volta all’anno, una relazione su tutti gli oneri relativi ai servizi relativi al proprio conto di pagamento. “In questo modo, gli utenti dei servizi di pagamento avranno accesso all’ammontare complessivo annuale delle somme addebitate dal servizio individuale e collettivo per tutti i servizi, che gli permetterà di avere un quadro completo di quanti soldi vengono assegnati annualmente per il pagamento di diverse spese bancarie per i servizi relativi al conto di pagamento”, ha detto la NBS.

Dal 17 marzo è iniziata l’attuazione delle disposizioni della Legge sui servizi di pagamento, che regola il processo di modifica del conto di pagamento, e le disposizioni che garantiscono all’utente dei servizi di pagamento il diritto a un conto di pagamento con servizi di base. Come spiegato sopra, d’ora in poi, gli utenti dei servizi di pagamento che ritengono che i termini e le condizioni di pagamento contrattati non corrispondono più ai loro interessi o che un altro prestatore di servizi di pagamento fornisca condizioni più favorevoli, potranno autorizzare un nuovo fornitore di servizi di pagamento e avviare il processo di modifica del conto di pagamento.

“Affinché l’utente del servizio di pagamento possa essere risparmiato da una serie di ostacoli amministrativi, tutto ciò che deve fare è presentare un’autorizzazione scritta di modifica del conto al nuovo fornitore di servizi di pagamento, e quindi il prestatore di servizi è obbligato, in stretta cooperazione con il precedente prestatore di servizi di pagamento, nei termini stabiliti dalla legge, a scambiare tutte le informazioni necessarie per consentire all’utente di utilizzare il nuovo conto di pagamento e i servizi relativi a tale conto”, ha detto la NBS.

https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2019&mm=03&dd=18&nav_id=1519460&fbclid=IwAR2rA3q71_x47VmpsdWnBm2e_79jCmZr6-BZaOxbzw-PyNqMCZeZtD4pTE0

 

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top