Come utilizzare ora i giorni di ferie non fatti a causa della pandemia

Molti lavoratori in Serbia non hanno potuto usufruire delle ferie annuali a causa dell’epidemia da coronavirus lo scorso anno. I più colpiti sono stati gli operatori sanitari, nelle zone rosse, che hanno lavorato quasi senza sosta, seguiti dai dipendenti dell’economia, in particolare dell’industria farmaceutica e del commercio. Alcuni non sono andati in ferie perché infetti, altri a causa dell’isolamento dopo il contatto con degli ammalati, ma c’è anche chi ha accettato volontariamente di lavorare senza sosta a causa della carenza di personale.

Il governo serbo ha raccomandato a tutti i datori di lavoro di consentire ai dipendenti che non hanno potuto usufruire delle ferie per il 2021 a causa dell’epidemia di utilizzarle entro la fine di quest’anno o entro il 30 giugno del prossimo anno. La decisione del Governo è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale l’11 marzo 2022. Tale raccomandazione era stata avanzata l’anno scorso.

“Si raccomanda ai datori di lavoro nel territorio della Serbia di consentire ai dipendenti che, a causa della natura del lavoro in circostanze straordinarie a causa dell’epidemia da Covid-19 o a causa di incapacità temporanea al lavoro a causa dell’infezione, nonché a causa dell’isolamento, non abbiano utilizzato i giorni di ferie di consentire loro di usufruirne”, ha fatto sapere il Ministero del Lavoro e degli affari sociali.

I datori di lavoro possono consentire ai dipendenti di fruire delle ferie annuali prima della fine dell’anno o eventualmente di fruire della prima parte delle ferie, della durata di almeno due settimane lavorative continuative, fino al 31 dicembre 2022, e la parte restante fino al 30 giugno 2023.

Stari odmor iz 2021. može da se koristi i u 2023: Koje su preporuke Vlade

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top