Quale andamento del dinaro serbo nel 2016?

“I cittadini non devono preoccuparsi di lievi movimenti dei tassi di cambio, che saranno di breve durata, La Banca Nazionale di Serbia (NBS) e gli analisti bancari nel 2016 si aspettano che il dinaro serbo rimarrà stabile nel 2016” – viene publicato nel giornale “Novosti”.

Nelle condizioni molto turbolenti nel corso dell’ultimo anno il dinaro serbo è diminuito solo dello 0,7% e nel periodo successivo dovrebbe ritornare a un livello tra 120 e 121 dinari per euro. Al fine di evitare oscillazioni maggiori, la NBS interviene in media con 10 milioni di euro al giorno, ma alcuni giorni vende anche 50 milioni nel mercato di cambio interbancario.

Jorgovanka Tabakovic, la governatrice della NBS, ha detto che la stabilità dei tassi di cambio è quasi esclusivamente il risultato di una risposta politica misurata e tempestiva, e che la stabilità raggiunta è a beneficio di tutti coloro chi fanno affari in Serbia nonché i cittadini.

“In difesa della valuta locale, la NBS ha chiuso l’anno con mezzo miliardo di euro in più nella cassa. Allora tutti quelli che si lamentavano di questa politica devono ammettere che si sbagliavano. Inoltre, dal 2012 abbiamo acquistato 3,3 tonnellate d’oro, più di mezza tonnellata in quest’anno , e che disponiamo di 18,3 tonnellate nelle nostre casse, I cittadini possono sentirsi completamente sicuri” – ha commentato la Tabakovic.

Secondo Dragoslav Velickovic, capo della divisione della ricerca e analisi macroeconomica di Société Générale Banca, il tasso di cambio in futuro sarà nel raggio tra 119.70 e 121 dinari, visto che non vi è alcun motivo per un cambio della situazione, tenendo presente che l’inflazione è sotto controllo.

“La stabilità del tasso di cambio è influenzata anche dall accordo con il FMI. Il minore disvanzo del bilancio, il proseguimento delle riforme economiche e aggevolazioni nella “zona euro” sono dei fattori positivi che dovrebbero assicurare la stabilità della moneta nazionalePrevediamo che la fiducia degli investitori continuerà, e che avrà un impatto positivo sulla crescita. La stabilità del dinaro sarà influenzata positivamente dall’attrattiva dei titoli di debito, che è una politica nazionale monetaria relativamente liberale verso gli investitori stranieri politica, così come la continuazione dei benefici e dei bassi tassi di interesse nella zona euro, il che dovrebbe compensare gli effetti negativi dei tassi più elevati negli Stati Uniti” – viene sottolineato da Velickovic.

(eKapija, 11.01.2016)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top