CINS: “La Wireless Media crea le campagne per il partito SNS”

Da sindaco responsabile a padre premuroso: questo è il modo più breve per descrivere il video “Una giornata con il sindaco” in cui Siniša Mali mostrava la sua giornata lavorativa nel 2018. Da primo uomo a Belgrado aveva riunioni una dopo l’altra, sistemava le panchine nel parco, salutava gli spazzini…Nel marzo 2018, tre giorni prima delle elezioni locali, il video era apparso sul profilo Facebook “Beograd zivi”. Dietro questo marchio c’è l’azienda “Wireless Media” di Igor Žeželj, proprietario del Gruppo “Adria Media”. Il Centro per il giornalismo investigativo della Serbia (CINS) ha rivelato l’intera rete di siti e account sui social network che sono sorti in tutta la Serbia negli ultimi tre anni, per lo più prima delle elezioni. L’obiettivo è convincere i cittadini a votare per le autorità locali e i funzionari del Partito progressista serbo (SNS) al potere. Secondo il “CINS”, però tale pratica non è stata segnalata all’Agenzia per la prevenzione della corruzione.

Wireless Media (WM) è un’azienda IT che progetta e realizza siti web e altri contenuti digitali da promuovere su Internet per le aziende. L’azienda ha istituito un dipartimento speciale che promuove le autorità locali e il Partito progressista serbo (SNS) dal 2017, afferma una fonte del “CINS” che conosce bene il lavoro dell’azienda.

Tra i clienti di “WM” c’era il partito “SNS”, in particolare il consiglio di amministrazione di “Stari grad”, uno dei pochi comuni di Belgrado non controllati dal partito di governo dell’epoca. La cooperazione è proseguita dopo che è salito al potere nel 2020, secondo il “CINS”, e aggiunge che negli ultimi tre anni questa società ha progettato siti e account sui social network per Belgrado e Sombor, nonché social network a Pancevo, Novi Sad, Subotica e Sremska Mitrovica.

Come è stata stabilita e realizzata la cooperazione con il partito “SNS” è meglio dimostrato dal caso del marchio “Pancevu treba”, su cui si è lavorato fino a luglio 2020. “Tutto inizia con un incontro tra Wireless Media e il sindaco. L’azienda spiega che sono esperti di social network, che hanno alle spalle il progetto ‘Beograd zivi’, e poi parlano col sindaco delle priorità del comune. “WM” commissiona quindi un sondaggio di opinione all’agenzia “IPSOS” e scopre quali sono i problemi più grandi secondo i cittadini, quali sono i successi e a chi sono attribuiti, cosa pensano del governo e simili. Sulla base di ciò, l’azienda elabora una strategia per promuovere i leader della città e la vita in città”.

In meno di sei mesi nel 2020 sono stati pubblicati 140 video sulla pagina YouTube “Pancevu treba”, ovvero una media di 23 video al mese. “WM” aveva coordinatori di progetto a livello locale, ed erano funzionari SNS locali, scrive “CINS”. Nella maggior parte dei casi, la promozione è iniziata prima delle elezioni e in alcune città è terminata dopo di esse. L’ex sindaco di Pancevo, Sasa Pavlov, conferma al “CINS” che tutto è stato fatto ai fini della campagna elettorale: “Ci interessa che ciò che abbiamo fatto venga visto, che sia registrato come dovrebbe essere per il futuro. Non ci vedo niente di strano”.

Questa affermazione può essere intesa come una sorta di conferma che la promozione faceva parte della campagna del suo partito, il partito da cui provengono lui e altri funzionari della città, crede Nemanja Nenadić di “Transparency Serbia”. I soldi spesi per la promozione non sono riportati nei rapporti finanziari del partito “SNS” e Nenadic afferma che la donazione doveva essere segnalata all’Agenzia per la prevenzione della corruzione.

CINS: Kako firma Igora Žeželja kreira kampanje naprednjaka

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top