Cinque diplomatici stranieri in arrivo oggi a Belgrado e Pristina

Secondo gli annunci, oggi arriveranno a Belgrado e Pristina i cinque diplomatici stranieri – Emmanuel Bonne, Jens Plettner, Francesco Talo, Gabriel Escobar e Miroslav Lajcak – che, secondo gli analisti, presenteranno due obiettivi chiave: rinnovare il dialogo tra Belgrado e Pristina e formalizzare la proposta europea come piattaforma per continuare il dialogo.

Quando Plettner e Bonn si sono recati per la prima volta a Belgrado e a Pristina lo scorso settembre come consiglieri rispettivamente del Cancelliere tedesco e del Presidente francese, è apparsa poco dopo la cosiddetta proposta Scholz-Macron per la soluzione della questione kosovara, che è stata poi modificata.

Negli ultimi mesi, tuttavia, la proposta non ha potuto essere negoziata a causa delle frequenti situazioni di crisi in Kosovo e Metochia. Si prevede che questo documento sarà ora sul tavolo dei negoziati perché Plettner e Bonn verranno nella regione per la seconda volta insieme all’inviato speciale dell’UE per il dialogo tra Belgrado e Pristina, Miroslav Lajcak, e all’inviato speciale degli Stati Uniti per i Balcani occidentali, Gabriel Escobar. Questa volta saranno affiancati da un italiano, Francesco Talo, consigliere diplomatico del primo ministro italiano, Giorgia Meloni.

Il portavoce per la politica estera dell’UE Peter Stano ha confermato che i cinque diplomatici incontreranno il primo ministro del Kosovo Albin Kurti a Pristina e il presidente Aleksandar Vučić a Belgrado.

“La conversazione si concentrerà sui prossimi passi nel processo di normalizzazione delle relazioni tra Serbia e Kosovo”, ha annunciato Stano.

L’ex diplomatico Zoran Milivojević sottolinea per il Blic che la delegazione occidentale arriva nella regione con due obiettivi.

“Il primo è rinnovare il dialogo tra Belgrado e Pristina. Questo è nell’interesse strategico sia di Washington che dell’UE, vista la necessità di calmare le tensioni nella regione ed evitare conflitti. Un altro obiettivo è formalizzare il piano Scholz-Macron o europeo come piattaforma per continuare il dialogo”, valuta Milivojević.

Tra i temi di discussione a Belgrado ci sarà anche la formazione dell’Associazione dei Comuni serbi.

(Blic, 20.01.2023)

https://www.blic.rs/vesti/politika/stize-diplomatska-petorka-na-stolu-ispunjenje-dva-cilja-pletner-bon-talo-eskobar-i/jgm35pc

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top