Le tariffe di roaming non saranno abolite ma saranno più economiche

Anche se, i funzionari dell’UE hanno lasciato intendere che il roaming presto potrebbero essere abolito, molto probabilmente questo non accadrà presto. La buona notizia è, come annunciato al Summit di Sofia, che le tariffe di roaming saranno presto ridotte.  Il giornale “Blic” riporta che il prezzo dovrebbe essere di 0,70 cent al minuto.

La Commissione europea dovrebbe momnitorare per i primi due anni l’attuazione di queste misure. Ciò farebbe pressione sugli operatori per applicare questo prezzo, in quanto proveranno sicuramente a prolungare il più possibile l’applicazione di questa nuova tariffa. La Commissione europea sta già parlando con i singoli operatori e sta verificando la loro capacità di applicare il nuovo prezzo.

Ciò segnerà l’inizio della liberalizzazione del roaming tra la Serbia e l’UE e i prezzi saranno adeguati in base agli sviluppi del mercato.

Se ciò dovesse accadere, significherebbe che i cittadini della Serbia potranno godere dei benefici di cui godono tutti i cittadini dell’UE ancora prima di aderire all’UE. Significherebbe anche che la comunicazione mobile tra i cittadini della Serbia e la diaspora in Europa diventi più economica. Anche gli uomini d’affari trarranno beneficio, così come i serbi in vacanza all’estero, in particolare in Grecia, Spagna e Croazia.

Tre anni fa, la Serbia ha firmato un trattato con la Bosnia, il Montenegro e la Macedonia che prevedeva la riduzione delle tariffe di roaming.

“Ci sono voluti dieci anni all’UE per concordare con gli operatori di telecom l’eliminazione delle tariffe di roaming nei Paesi dell’Unione, quindi potete immaginare quanto sia difficile applicare questa direttiva ai paesi che sono in fase di adesione”, ha affermato il Ministro del Commercio, Rasim Ljajic.

La Commissaria europea Mariya Gabriel ha confermato che il prezzo dei dati mobili in roaming sarà più conveniente a partire dal prossimo anno pe sia per l’UE che per i paesi dei Balcani occidentali, e costerà 0,70 centesimi per megabyte.

“A partire dal 1 agosto 2018, gli operatori di telecom inizieranno a offrire pacchetti con il prezzo del megabyte parecchie volte inferiore a quello attuale. Il nostro obiettivo è di avere un prezzo unico per tutti i Paesi entro luglio 2019,  e che entro il 2020 il prezzo cali a 0,45 cent  e forse anche a 0,20 cent entro il 2021 “, ha detto la Gabriel.

(https://www.blic.rs/vesti/ekonomija/nadali-smo-se-ukidanju-rominga-dobili-smo-pojeftinjenje-evo-koliko-bi-sada-trebalo-da/dt9bq73)

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top