Chirurgia in Vojvodina: prima ricostruzione facciale con impianto in titanio

Per la prima volta in Serbia, i chirurghi della Clinica di Chirurgia Maxillo-Facciale presso il Centro Clinico della Vojvodina hanno eseguito un’operazione su un paziente di Novi Sad nel corso della quale è stato possibile sostituire lo zigomo e una sezione dell’osso temporale con un impianto in titanio.

Il Direttore della Clinica, professor Aleksandar Kiralj, ha precisato che il giovane paziente, su cui l’operazione di chirurgia è stata effettuata, era affetto da deformità facciale congenita e da un tumore benigno diffuso in tutto il zigomo. A seguito dell’intervento il suo volto risulta ora simmetrico, e la qualità della sua vita è migliorata immensamente.

Operazioni simili erano già state eseguite presso il Centro Clinico di Serbia e il Centro Clinico di Nis, ma mai con impianti in titanio. Si tratta di impianti solitamente utilizzati per la ricostruzione delle varie deformità della mascella superiore e inferiore, e delle ossa facciali.

“Al fine di eseguire questo tipo di intervento chirurgico, abbiamo dovuto effettuare in primo luogo la diagnostica CT in base alla quale abbiamo poi effettuato la ricostruzione facciale. Le istantanee TC sono state inviate al professor Igor Budak presso la Facoltà di Novi Sad di Matematica e Scienze naturali, che ha provveduto a realizzare un modello 3D servito come base per la ricostruzione”, ha spiegato il dottor Kiralj.

Talvolta vengono utilizzate le ossa per questo tipo di ricostruzione, ma, in quanto dotate di terminazioni nervose, vasi sanguigni e cellule della pelle, possono aumentare il rischio di infezione. Tuttavia, impianti in titanio hanno dimostrato di essere la soluzione migliore, consentendo di ridurre il rischio di infezione. Ogni impianto in titanio è fatto su misura per i pazienti.

“Lo zigomo del paziente non aveva mai smesso di crescere dalla nascita. L’operazione è durata circa tre ore e il nostro paziente è molto soddisfatto dei risultati, considerando che si tratta di una zona molto visibile del volto”, racconta il dottor Kiralj.

In collaborazione con il Professor Dominic Eggbeer, della Cardiff Metropolitan University, i chirurghi di Novi Sad hanno ottenuto limitatori chirurgici gratuitamente, usati per contrassegnare la zona da cui l’osso è stato rimosso e l’impianto posizionato. Secondo quanto riferisce il dottor Kiralj, il materiale per questo tipo di chirurgia costa tra i 500 e 600 euro.

(eKapija, 18.01.2017)

http://www.ekapija.com/website/sr/page/1647713/Prva-rekonstrukcija-lica-titanijumskim-implantom-u-Srbiji-Inovativnom-operacijom-u-KC-Vojvodine-pacijentu-nadome%C5%A1tena- jagodi% C4% 8Dna-i-deo-slepoo% C4% 8Dne-Kosti
[widget id=”text-22″]

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!